La Gran Bretagna riparte, riaprono pub e cinema: «Ci si può anche abbracciare». Ma si teme la variante indiana

La Gran Bretagna riparte, riaprono pub e cinema: «Ci si può anche abbracciare». Ma si teme la variante indiana

La Gran Bretagna riapre dopo il Covid, ma con prudenza: riaprono oggi pub e ristoranti al chiuso, ma anche cinema, teatri e musei, e ci si potrà anche riabbracciare. Dopo le milioni di dosi di vaccino somministrate, e le prime caute riaperture, oggi parte invece il più importante allentamento delle restrizioni da mesi a questa parte: già da qualche settimana i ristoranti avevano rialzato le saracinesche, ma solo con i tavoli all'aperto.

 

Leggi anche > Addio coprifuoco, ecco quando. Ricciardi: «Togliere la mascherina? Solo tra vaccinati»

 

Il premier Boris Johnson ha chiesto però ai britannici di essere cauti, perché la variante indiana del coronavirus fa paura e potrebbe mettere a rischiole ripartenze. La variante potrebbe infatti essere più contagiosa fino al 50% rispetto all'ultima versione del virus, la 'variante inglese' da tempo dominante anche in Italia: per ora gli attuali vaccini funzionano comunque bene anche con la variante indiana, e per questo le autorità hanno deciso di procedere con l'accelerazione della campagna di immunizzazione di massa, con l'intervallo tra prima e seconda dose ridotto da 12 a 8 settimane.

 

Leggi anche > «In discoteca con Green Pass, tampone dopo 5 giorni. Vaccino per i turisti»

 

Il timore della variante indiana (o delle altre varianti) porta dunque ad una frenata sulle riaperture nel Regno Unito: la data del 21 giugno, per la quale era fissato l'abbandono delle ultime restrizioni, potrebbe ora slittare ancora. E il governo di Boris Johnson tiene anche il piede sul freno sui viaggi all'estero per i Paesi nella 'lista arancione' (quindi anche in Italia), soprattutto per turismo: attualmente una famiglia inglese che volesse venire in vacanza in Italia - o in qualsiasi altro Paese dell'Ue - dovrebbe fare un tampone prima della partenza, un tampone prima del volo di rientro, e due tamponi dopo il ritorno a casa. Un costo complessivo che scoraggia di fatto le partenze: la speranza, per l'Europa, è che il sistema cambi entro l'inizio dell'estate.

 

Dati su contagi e morti ai minimi storici

 

Intanto nel Paese si registrano dati di contagi e decessi da Covid ai minimi europei (ieri 4 morti e meno di 2000 casi nelle ultime 24 ore, con un totale di vaccini somministrati giunto oltre i 56,5 milioni). E oggi riaprono le strutture alberghiere dopo circa 6 mesi, scatta il via libera a incontrare di nuovo fino a 6 persone dentro casa, nonché a riabbracciare familiari o amici (non vulnerabili), e decade il divieto di viaggiare per turismo (per quanto la lista verde delle destinazioni esentate dalla quarantena comprenda ad oggi solo Portogallo, Israele, Gibilterra e altre 7 fra isole e Paesi remoti).

 

Si tratta di alleggerimenti ancora parziali, ma che suscitano timori fra alcuni esperti in presenza dell'impennata della 'variante indianà - limitata al momento in numeri assoluti, ma a rischio di diventare dominante in alcune città e contee - i quali insistono a raccomandare i contatti all'aperto più di quelli indoor, malgrado le riaperture odierne (relative all'Inghilterra e sostanzialmente analoghe in Scozia e Galles) vengano difese come prudenti e «accuratamente bilanciate» dal professor Jeremy Farrar, uno dei consulenti medici di spicco del governo Tory di Londra.

 

«Abbiamo raggiunto un'altra pietra miliare nella nostra road map di uscita dal lockdown, ma dobbiamo affrontare questo passaggio con una rinnovata dose di forte cautela», scrive da parte sua Johnson in un messaggio alla nazione diffuso stamane. Non senza ribadire che le varianti - per far fronte alle quali le autorità del Regno puntano per ora su un'accelerazione dei vaccini e su campagne di test a tappeto ad hoc - rimangono «sotto stretta osservazione». E che il governo è pronto a reimporre ulteriori «misure immediate» per «tenerle a bada» a seconda dello sviluppo dei dati.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 17 Maggio 2021, 20:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA