Kim Jong-un, la Corea del Sud: «È in quarantena in un luogo segreto». Trump: «So come sta ma non posso dirlo ora»
di Enrico Chillè

Kim Jong-un, la Corea del Sud: «È in quarantena in un luogo segreto». Trump: «So come sta ma non posso dirlo ora»

Si infittisce il mistero intorno alle sorti di Kim Jong-un. Il leader e dittatore della Corea del Nord, infatti, non fa più avere sue notizie da giorni e, senza messaggi o apparizioni ufficiali, non smettono di alimentarsi le voci secondo cui sarebbe morto dopo un intervento cardiaco. Gli storici rivali della Corea del Sud, però, in queste ultime ore hanno dichiarato: «Non è morto, ha solo lasciato il palazzo presidenziale».

Leggi anche > Germania, Fase 2: dopo le riaperture tornano ad impennarsi i contagi. È la prima volta che l'indice di contagio torna a salire



Secondo il governo di Seul, infatti, la morte di Kim Jong-un sarebbe una clamorosa bufala di dimensioni globali. Kim Yeon-chul, ministro dell'Unificazione della Corea del Sud, ha infatti spiegato: «Sappiamo dove si trova e che è vivo, non ci sono stati segnali insoliti al Nord. Ha semplicemente saltato la cerimonia del 15 aprile scorso, dedicata al compleanno del nonno Kim Il-sung (fondatore della Corea del Nord, ndr), perché ha scelto di isolarsi in un luogo riservato per sfuggire al contagio da coronavirus».

Molto probabilmente, Kim Jong-un è ancora debole e alle prese con la convalescenza dopo l'operazione subita. Per questo motivo, il leader di Pyongyang avrebbe scelto di trasferirsi in un luogo riservato e isolato. Anche Donald Trump, implicitamente, ha ammesso che il leader nordcoreano sarebbe ancora vivo. Il presidente degli Stati Uniti, rispondendo alle domande di un cronista, ha infatti ammesso: «Non posso dirlo esattamente, so come sta ma non posso parlarne ora».


Ultimo aggiornamento: Martedì 28 Aprile 2020, 13:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA