Julen, l'autopsia rivela un trauma cranico: «E' morto il giorno stesso della caduta»

Il piccolo Julen è morto lo stesso giorno in cui è caduto nel pozzo. Questo è quanto mostrerebbe l'autopsia effettuata sul corpicino del bambino precipitato in un pozzo nei pressi di Malaga il 13 gennaio e ritrovato cadavere la notte tra il 25 e il 26 gennaio 2019, presenta un «trauma cranio-encefalico importante» e «molteplici traumi compatibili con la caduta».

Julen Rosello e Alfredino Rampi, le inquietanti similitudini tra i due casi: dal numero 13 ai fratelli morti
Julen, oggi i funerali del bambino caduto nel pozzo e morto
Julen morto, il papà José : «Ecco com'è caduto. Ho infilato il braccio nel pozzo, lo sentivo piangere»
 
 

Sono i primi risultati dell'autopsia - riportati dal sito di El Mundo - che si è conclusa questo pomeriggio nell'Istituto di Medicina Legale di Malaga. Il bimbo è morto il giorno stesso della caduta, secondo fonti investigative. A quanto riportato dalle stesse fonti, sul piccolo Julen sono cadute pietre e altri detriti che hanno causato il trauma cranico. Il corpo è stato ritrovato con le braccia in alto e il bimbo - ha riferito il delegato del governo in Andalusia Rodriguez Gomez de Celis - è precipitato «rapidamente in caduta libera» per 71 metri. 
Sabato 26 Gennaio 2019, 20:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA