Il dentista le estrae dieci denti per un'infezione alle gengive: donna muore dissanguata
di Domenico Zurlo

Il dentista le estrae dieci denti per un'infezione alle gengive: donna muore dissanguata

Il dentista le estrae dieci denti, una donna muore dissanguata: è successo a Purley, nel Surrey, in Gran Bretagna, dove a un dentista di nome Tushar Patel è stato proibito di praticare la sua professione per un anno dopo che un suo paziente, una donna appunto, è morta dissanguata poche ore dopo il suo intervento.

Leggi anche > Eutanasia per Marieke Vervoort, vinse l'oro alle Paralimpiadi

La donna era affetta da una malattia alle gengive e i fatti sono avvenuti nell'estate 2017: la paziente stava prendendo una medicina chiamata Warfarin, un anticoagulante: in due appuntamenti nel giro di una settimana il dentista le ha rimosso tutti i denti superiori, ma senza avvertirla del pericolo di perdere una quantità eccessiva di sangue, unita al fatto che stava appunto assumendo l'anticoagulante.

Leggi anche > Lumache rare nelle Mercedes, bloccate 900 auto

La donna, chiamata 'paziente A', morì il 19 luglio del 2017. Per il medico legale, la causa della morte fu l'emorragia dovuta alle estrazioni dei denti: Warfarin è comunemente usato come anticoagulante, ma il rischio di gravi complicazioni a livello emorragico desta da tempo grande preoccupazione nei dentisti, scrive il quotidiano britannico Daily Telegraph.  

Secondo il General Dental Council, che ha valutato il lavoro del dentista Patel, quest'ultimo non è riuscito a 
«valutare i rischi» del suo trattamento e non ha eseguito controlli appropriati che gli servissero a prevedere meglio il decorso post-intervento e i pericoli di emorragie. Per tali motivi, aggiunge il Telegraph, il dentista è stato sospeso per 12 mesi, la massima 'pena' in questi casi: l'uomo si è scusato con la famiglia della paziente e ha accettato il provvedimento da parte del GDC.
Mercoledì 23 Ottobre 2019, 13:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA