Neonato di 4 settimane rischia di morire per il bacio di un parente: cosa è successo
di Alessia Strinati

Neonato di 4 settimane rischia di morire per il bacio di un parente: cosa è successo

Viene baciato e contrae l'herpes. Noah Tindle aveva solo quattro settimane quando sua madre, Ashleigh White, 21 anni, del South Yorkshire, ha notato che il suo occhietto si stava gonfiando e riempiendo di vesciche dalle quali usciva uno strano liquido. La giovane mamma lo ha portato subito dal medico che ha diagnosticato l'herpes.

Mamma uccide la figlioletta di 2 anni soffocandola con un pezzo di pane. «Il suo corpo non si trova»

Vista l'età del bimbo, Noah ha rischiato la vita per quello che normalmente è un banale virus. Probabilmente potrebbe aver contratto la malattia nel giorno in cui con la sua famiglia è andato a un battesimo, quando diverse persone lo hanno baciato e una di loro può aver innescato il contagio. Il piccolo è stato ricoverato in ospedale per due mesi ed è quasi diventato cieco. Oggi Noah ha 9 mesi e sta molto meglio, ma la mamma ha voluto diffondere le immagini di suo figlio su Facebook per avvertire tutti i genitori dei rischi che si corrono.

I bambini così piccoli hanno un sistema immunitario troppo debole, quindi sarebbe bene evitare contatti troppo diretti con loro perché potrebbero mettere a rischio la loro stessa vita. Ashleigh ha condiviso le foto di Noah, spiegando cosa ha rischiato e il calvario che ha dovuto affrontare, pregando tutti a non baciare bimbi così piccoli e invitando tutti i genitori a proteggere i loro bambini. 

 

Giovedì 13 Giugno 2019, 14:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA