L'uragano Henri punta su New York, evacuato maxi concerto al Central Park. Dieci morti per alluvione in Tennessee

Video

La tempesta tropicale Henri, che si dirige verso la costa nordorientale degli Stati Uniti minacciando anche New York, si è rafforzata trasformandosi in uragano di categoria 1. Lo riporta il Centro nazionale per gli uragani statunitense. 

Il peggiormanto delle condizioni meteo ha portato all'interruzione del maxi-concerto in corso al Central Park. La folla di decine di migliaia di persone presenti all'evento è stata invitata a lasciare immediatamente il parco e a mettersi al riparo guadagnando l'uscita più vicina. Poco prima l'inizio del concerto il sindaco Bill de Blasio aveva dichiarato lo stato di emergenza, ma allo stesso tempo dato il via libera alla kermesse. L'uragano non dovrebbe toccare terra nella Grande Mela, ma molto vicino: le previsioni parlano infatti di Long Island.

 

 

 

Alluvione in Tennessee, dieci morti

Salgono a dieci i morti, tra i quali due bambini, e a 40 i dispersi della grave alluvione che ha colpito la contea di Humphreys, nello stato americano del Tennessee. I due bimbi sono stati spazzati via dalla corrente dal luogo in cui si trovavano con il padre.

Nella contea di Hickman, vicino a Humphreys, invece, il fiume Piney è salito a quasi dieci metri, superando di oltre tre metri e mezzo il precedente record, stabilito nel 2019. I meteorologi hanno riferito che sono attese più piogge per tutta la notte, quindi le autorità hanno istituito un'area di incontro in una palestra scolastica per consentire ai cittadini di riunirsi lì, come riferito dalla Cbs.

Il governatore del Tennessee, Bill Lee, ha pubblicato un messaggio sui suoi social media esortando i cittadini a "fare attenzione alle crescenti inondazioni causate dalle forti piogge in alcune parti del Tennessee centrale". "Stiamo lavorando attivamente con i funzionari e con i primi soccorritori, mentre aiutiamo i cittadini nelle aree allagate", ha affermato.

Lo sceriffo della contea di Humphreys, Chris Davis, parlando con la stampa americana ha detto che quella di ieri è la peggiore inondazione che abbia visto nei suoi 28 anni di carriera. Le interruzioni di corrente e la mancanza di servizi di telefonia cellulare hanno aggravato i problemi, ha aggiunto Davis.

"Le persone sono intrappolate nelle loro case e non hanno modo di uscire", ha riferito il National Weather Service (NWS) Usa, sottolineando che "l'acqua arriva fino al collo" e definendo la situazione "catastrofica". Secondo quanto riferiscono i media locali, per assistere i residenti in difficoltà è stata schierata la Guardia nazionale del Tennessee.


Ultimo aggiornamento: Domenica 22 Agosto 2021, 13:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA