Harry Potter, libri rimossi dalla biblioteca degli studenti: «Rischiano di evocare gli spiriti maligni»

Addio ai libri di Harry Potter. Decisione impopolare e anacronistica per una scuola cattolica di Nashville, nel Tennessee (Stati Uniti), che ha rimosso dalla sua biblioteca i volumi sulla saga nata dalla penna di J. K. Rowling. Il maghetto protagonista sarebbe pericoloso per gli studenti perché i libri contengono parole che suonano come maledizioni e incantesimi oscuri.  

LEGGI ANCHE ----> Il suo gatto torna a casa dopo 11 anni: «Avevamo il cuore spezzato»​

Come racconta l'Independent, il reverendo Dan Reehill, pastore della St Edward Catholic School di Nashville, nel Tennessee, si sarebbe consultato con gli esorcisti vaticani prima di procedere. Gli incantesimi e le maledizioni che l'autore descrive sono reali e «rischiano di evocare gli spiriti maligni durante la lettura». Il reverendo ha spiegato la sua posizione in una e-mail ai genitori degli studenti.

«Questi libri parlano di magia sia nel bene che nel male», continua il religioso. Rebecca Hammel, sovrintendente delle scuole per la diocesi cattolica di Nashville, giustifica questa scelta: «Ogni pastore ha l'autorità di prendere tali decisioni per la sua scuola parrocchiale». Hammel ha aggiunto, inoltre, che la scuola non ostacolerà gli studenti che vorranno leggere i libri di Harry Potter: «Se i genitori dovessero ritenere che questo o altri media siano appropriati, speriamo che guidino i loro figli e le loro figlie a comprenderne il contenuto alla luce della nostra fede».
 
Domenica 1 Settembre 2019, 20:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA