Accosta l'auto per aiutare un amico in difficoltà, 21enne stuprata e uccisa a sassate da una gang
di Alessia Strinati

Stuprata a 21 anni e uccisa a sassate da una gang

Voleva aiutare un amico in difficoltà, ma ha pagato la sua generosità con la vita. Hanna Cornelius, 21enne di Città del Capo è stata violentata per ore e poi uccisa a sassate da una gang che stava dando fastidio a un suo amico. La ragazza aveva notato il giovane in difficoltà e si è avvicinata cercando di allontanare i suoi aguzzini, ma a quel punto è diventata lei il loro bersaglio.

Maltempo, allerta meteo a Roma: «Precipitazioni per le successive 18 o 24 ore, ecco il numero verde»



La studentessa si era fermata con la sua auto per auiutare il compagno di studi in difficoltà: aveva visto che la gang lo stava prendendo in giro e lo provocava, ma il suo gesto ha scatenato la loro ira e la conseguente barbara violenza. I due ragazzi sono stati sequestrati, portati in periferia dove la ragazza è stata prima violentata e poi uccisa. Prima di lei il suo amico è stato picchiato brutalmente e poi lasciato agonizzante in terra perché creduto morto, come riporta anche la stampa locale

A lanciare l'allarme è stato proprio il ragazzo che, dopo l'allontanamento della banda, è riuscito a mettersi in piedi e ad allertare i soccorsi. La polizia ha individuato quattro uomini tra i 27 e i 30 anni che sono stati messi in galera, pare che la loro intenzione fosse di derubare il ragazzo, l'intervento della 21enne avrebbe innescato la loro follia. Il giovane aggredito è in fase di guarigione, mentre per la sua amica non c'è stato nulla da fare. 
Ultimo aggiornamento: 18 Ottobre, 10:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA