Guerra Ucraina, la diretta. Mosca gela Kiev: «Non è in discussione una ripresa dei negoziati». Esa: fine cooperazione con agenzia spaziale russa

Il conflitto in Ucraina non si ferma: tutti gli ultimi aggiornamenti

Mosca gela Kiev: «Non è in discussione una ripresa dei negoziati». Esa: fine cooperazione con agenzia spaziale russa

Il ministero della Difesa russo potrebbe aver deciso di ricorrere a metodi di reclutamento «non tradizionali» a causa della carenza di soldati: lo scrive l'intelligence britannica nel suo aggiornamento quotidiano sulla situazione nel Paese. Questo, sottolinea il rapporto pubblicato dal ministero della Difesa su Twitter, include il reclutamento di detenuti nelle carceri del Paese per rafforzare le file del gruppo mercenario russo Wagner. Se confermata, conclude l'intelligence, la decisione indicherebbe le difficoltà di Mosca nel rimpiazzare l'elevato numero di soldati deceduti sul campo di battaglia.

 

Esa annuncia fine cooperazione con agenzia apaziale aussa 

L'Agenzia Spaziale Europea (Esa) ha posto fine alla cooperazione, sospesa nei mesi scorsi, sul programma ExoMars con l'agenzia spaziale statale russa Roscosmos. Lo ha reso noto sui social il direttore generale dell'Esa Josef Aschbacher. «Il Consiglio mi ha incaricato di porre ufficialmente fine alla cooperazione attualmente sospesa con Roscosmos sulla missione ExoMars Rover and Surface Platform», ha scritto Aschbacher riconoscendo che «le circostanze che hanno portato alla sospensione della cooperazione con Roscosmos - la guerra in Ucraina e le conseguenti sanzioni - continuano a prevalere».

Chasiv Yar, sono 43 i cadaveri estratti dalle macerie

È salito ulteriormente il numero delle vittime dell'attacco missilistico russo contro un edificio residenziale di 5 piani a Chasiv Yar, nel Donetsk, nella notte tra il 9 e il 10 luglio: sono 43 i cadaveri finora estratti dai soccorritori da sotto le macerie. Lo rende noto il Servizio di emergenza statale citato dal Kyiv Independent. Nove persone sono state tratte in salvo.

Mosca frena sui colloqui di pace con Kiev

Non ci sono discussioni in corso sulla ripresa dei colloqui tra Russia e Ucraina: lo ha affermato il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, secondo quanto riferisce la Tass. «No, al momento non ci sono discussioni in corso», ha detto Peskov rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano se fosse possibile riprendere il processo negoziale.

 

Iran, nessun accordo recente su invio droni a Mosca

«La storia della cooperazione tra la Repubblica islamica dell'Iran e la Federazione Russa nel campo di alcune nuove tecnologie risale a prima dell'inizio della guerra in Ucraina e recentemente non ci sono stati sviluppi speciali in questa relazione». Lo ha annunciato il portavoce del ministero degli Esteri iraniano Naser Kanani, come riporta Mehr, rispondendo alle dichiarazioni della Casa Bianca secondo cui Teheran starebbe per rifornire la Russia di centinaia di droni da utilizzare nella guerra in Ucraina.

Il nuovo missile Zeemvik

«Killer di portaerei». Viene descritto così un missile balistico destinato alla Marina, lo 'Zeemvik', che la Russia afferma essere «in fase di sviluppo». La notizia viene riportata dall'agenzia russa Tass. «Il missile balistico ipersonico 'Zmeevik' è in fase di sviluppo da molto tempo - ha detto una fonte militare all'agenzia - Sarà concepito per distruggere grandi bersagli di superficie, soprattutto portaerei». Secondo le fonti, il missile avrebbe caratteristiche simili a quelle dei missili balistici cinesi Df-21D e Df-26, con una gittata fino a 4.000 chilometri.

Ue, settimo pacchetto di sanzioni

L'Ue ha in programma di proporre un nuovo settimo pacchetto di sanzioni contro la Russia per la sua guerra in Ucraina nelle prossime settimane, secondo quanto riporta Bloomberg citando fonti a conoscenza del dossier. «La proposta potrebbe includere restrizioni sulle importazioni di oro, misure per aggiustare sanzioni precedenti e ulteriori elenchi di individui ed entità», affermano le fonti dell'agenzia americana.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 13 Luglio 2022, 07:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA