Ben 61 furti in casa in sette mesi, presi due fratelli: erano diventati l'incubo di diverse zone

Ben 61 furti in casa in sette mesi, presi due fratelli: erano diventati l'incubo di diverse zone

Studiavano con attenzione le abitudini delle loro vittime e le loro abitazioni, scegliendo sempre il momento migliore per colpire: sembrava perfetta la strategia di due abili e giovani topi d'appartamento, che nel giro di sette mesi erano riusciti a compiere ben 61 furti in casa, in diverse regioni della Gran Bretagna. La loro carriera criminale, però, è stata tanto intensa quanto breve: la polizia è riuscita a identificare e firmare due fratelli, Patrick e Miles Connors, rispettivamente di 23 e 18 anni.

Forzavano le cassette di sicurezza delle palestre: presi i "ladri sportivi", caccia a un complice



I due, residenti a Northampton, erano diventati l'incubo degli abitanti delle regioni del Sud-Est e delle Midlands. Sapevano bene dove e quando colpire, inoltre erano decisamente abili nello scassinare con vari arnesi porte e finestre delle varie abitazioni, in cui usavano anche candeggina e altri prodotti per 'pulire' ogni traccia del loro passaggio. Per non farsi individuare facilmente, inoltre, i due fratelli viaggiavano a bordo di auto rubate con targhe false.

Quello che i due attenti ladri non potevano cancellare, tuttavia, erano le tracce di dna e le registrazioni di alcune telecamere a circuito chiuso. I primi colpi risalgono al luglio dello scorso anno e per diversi mesi la polizia di tutto il paese è stata sulle loro tracce, fino al loro arresto, risalente a febbraio. A quel punto, le prove contro i due fratelli, colpevoli di diversi reati contro la proprietà, erano diventate schiaccianti: come riporta Metro.co.uk, il più grande è stato condannato a quattro anni e il secondo a due. Al termine della loro pena, i due fratelli saranno comunque sottoposti a misure restrittive come il divieto di possedere più di un telefono e un pc per cinque anni e l'obbligo di notificare immediatamente ogni cambio di residenza. Nel caso in cui dovessero disattendere le disposizioni del giudice, i due potrebbero essere condannati fino a cinque anni di carcere.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 11 Giugno 2018, 19:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA