Gorbaciov morto, Putin lo omaggia: «Politico e statista». Poi l'ultimo schiaffo: non avrà i funerali di Stato

Gorbaciov morto, Putin lo omaggia: «Politico e statista». Poi l'ultimo schiaffo: non avrà i funerali di Stato

Il presidente russo Vladimir Putin omaggia lo scomparso Mikhail Gorbaciov, morto ieri, ma se da un lato invia un telegramma di condoglianze alla famiglia, dall'altro gli dà un ultimo schiaffo: l'ex presidente dell'Unione Sovietica non avrà i funerali di Stato.

«Un politico e uno statista che ha avuto una influenza importante sulla Storia del mondo», scrive Putin nel suo telegramma di condoglianze alla famiglia, secondo quanto riferisce l'agenzia Tass. Ma secondo quanto riferisce l'altra agenzia russa Interfax, per Gorbaciov non ci saranno funerali di Stato a Mosca. «Due fonti informate hanno detto a Interfax che per Gorbaciov non ci saranno funerali di Stato», scrive l'agenzia. 

 

Gorbaciov, afferma Putin, «ha dovuto affrontare grandi sfide in politica estera, nell'economia e nella sfera sociale, capiva profondamente che le riforme erano necessarie e cercava di proporre le proprie soluzioni a problemi scottanti». «Vorrei sottolineare - aggiunge Putin - anche quella grande attività umanitaria, di beneficenza e illuminismo che Gorbaciov ha condotto in tutti gli ultimi anni. Chiedo di accettare le parole sincere di solidarietà e empatia per la perdita che avete subito».

Peskov: romanticismo verso Occidente non giustificato

Il «romanticismo» di Mikhail Gorbaciov verso l'Occidente «non era giustificato» e il suo progetto di creare relazioni cordiali con i Paesi occidentali «non ha funzionato». Lo ha dichiarato il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov nella sua quotidiana conferenza stampa descrivendo Gorbaciov come «una persona unica, uno statista che resterà sempre nella nostra storia». Peskov ha quindi spiegato che «non è ancora stato deciso se tenere funerali di stato», una decisione in merito verrà presa nel corso della giornata.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 1 Settembre 2022, 14:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA