Goldman Sachs lascia Londra: per evitare la Brexit il principale centro scambi europeo sarà Parigi
di Nico Riva

Goldman Sachs lascia Londra: per evitare la Brexit il principale centro scambi europeo sarà Parigi

La Goldman Sachs, una delle più grandi banche d'affari del mondo, ha dichiarato questo martedì che presto lancerà un nuovo hub di trading (un centro scambi per la compravendita di beni) a Parigi. Si tratta dell'ultima di una serie di mosse volte a proteggere i propri clienti dagli effetti della Brexit. Londra è stata infatti il centro principale per lungo tempo, ma dovrà lasciare questo compito alla capitale francese. 

 

Leggi anche > Brexit, da ottobre 2021 la carta d’identità non basterà più per entrare nel Regno Unito: necessari i passaporti

 

Londra è stata per molto tempo il centro degli scambi in Europa, sottolinea l'agenzia Reuters, ma l'Unione europea non ha ancora comunicato se consentirà tutti gli scambi azionari cross-border dopo il 31 dicembre, quando terminerà l'accesso incondizionato del Regno Unito all'Unione. Per questo motivo, Goldman Sachs ha già iniziato un processo volto a limitare i disagi dovuti alla Brexit. Prima del 4 gennaio, la Goldman Sachs vuole lanciare una piattaforma SIGMA X Europe a Parigi. «Vogliamo assicurare ai nostri clienti un accesso continuo alle nostre risorse di liquidità anche dopo la Brexit», ha spiegato Liz Martin, co-responsabile Goldman di trading elettronico per futures e equity.

 

Nelle intenzioni, SIGMA X Europe scambierà le azioni quotate in 15 mercati europei, ma l'hub di Londra continuerà gli scambi azionari in Europa e Regno Unito. Per Bruxelles, gli investitori europei dovrebbero usare una piattaforma interna al blocco per scambiare le azioni in euro, suddividendo i mercati e costringendo grandi nomi come Goldman Sachs ad operare in entrambi i campi. In ogni caso, spiega Elisa Martinuzzi su Bloomberg, «una rottura con Londra a gennaio non sarebbe nell'interesse di nessuno. Ma la traiettoria è chiara. La City non potrà più contare sull'Europa per la sua egemonia nei servizi finanziari»

 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 25 Novembre 2020, 11:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA