"Giornata della rabbia dei popoli indigeni", i manifestanti abbattono le statue di Roosevelt e Lincoln

"Giornata della rabbia dei popoli indigeni", i manifestanti abbattono le statue di Roosevelt e Lincoln

A Portland i manifestanti hanno abbattuto le statue di Theodore Roosevelt e Abramo Lincoln. Intorno alle 21 di domenica, i manifestanti a Portland, Oregon, per celebrare la “Giornata della rabbia dei popoli indigeni” hanno abbattuto le statue degli ex presidenti americani.

Leggi anche > Cristiano Ronaldo positivo al Covid: «È asintomatico e in isolamento»

La statua di Roosevelt intitolata “Theodore Roosevelt, Rough Rider”, è stata abbattuta usando la fiamma ossidrica sulla base e poi con la vernice rossa è stato scritto “Dakota38”, in riferimento ai 38 nativi americani che sono stati impiccati, con l’approvazione dell'ex presidente degli Stati Uniti, a seguito di un conflitto con i coloni bianchi. Dopo aver fatto cadere le statue, come fa sapere l’Independent, il gruppo ha sfondato le finestre della Oregon Historical Society e dell'ufficio di sicurezza pubblica del campus della Portland State University. Le proteste dei Black Lives Matter hanno coinvolto diverse zone degli Stati Uniti, ma i residenti di Portland sono particolarmente coinvolti, dato che dopo la morte di George Floyd sul suolo della cittadina si sono svolte più di 100 giorni di manifestazione. Lunedì mattina, il presidente Trump ha condiviso le riprese video delle proteste, e aggiunto: “Questi sono gli sciocchi di Biden. RADICALI ANTIFA. Dateli all’FBI e prendeteli subito! ". Trump, altri repubblicani di alto profilo e conduttori di Fox News hanno criticato le proteste negli ultimi mesi, evidenziando episodi di violenza e vandalismo nelle manifestazioni. Alla fine di settembre però, l'Armed Conflict Location & Event Data Project (ACLED) ha analizzato più di 7.750 proteste Black Lives Matter negli Stati Uniti e ha concluso che circa il 93% delle dimostrazioni erano pacifiche, rilevando solo 220 casi di proteste violente tra maggio e settembre.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 14 Ottobre 2020, 10:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA