Il giornalista inviato a seguire le inondazioni in diretta con l'acqua fino al collo

Il giornalista inviato a seguire le inondazioni in diretta con l'acqua fino al collo

Da un luogo sperduto nella provincia pachistana del Punjab alla conquista del web (e del mondo). Sta diventando famoso in tutto il mondo un giornalista che, inviato a seguire gli effetti di una devastante inondazione, ha scelto un metodo decisamente efficace per trasmettere ai telespettatori la conoscenza della situazione.

Meteo, nuova "bomba" di caldo: addio tregua, temperature a 40 gradi
Harry avvisa Meghan Markle: «Avrò solo due figli perché amo la natura»​



Si chiama Azadar Hussain, lavora per l'emittente televisiva GTV e la settimana scorsa era stato inviato a Kot Chutta, una cittadina devastata dalle inondazioni dovute a sei giorni ininterrotti di piogge torrenziali. Lo riporta l'Independent. In tutto il Pakistan, solo nell'ultimo mese, sono morte diverse decine di persone: l'inizio della stagione monsonica ha causato inondazioni, fulmini e danni incalcolabili alle abitazioni.
 



In diretta da una città letteralmente inondata, Azadar Hussain ha scelto di immergersi in uno dei punti più colpiti, mostrando così ai telespettatori e ai colleghi in studio l'impressionante livello raggiunto dall'acqua, che gli arriva sopra le spalle, fino al collo. Molto più di un modo di dire: in questo caso, l'espressione è del tutto letterale.
 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 31 Luglio 2019, 17:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA