Terroristi di estrema destra pianificavano un golpe al Parlamento tedesco guidati dal principe di Turingia. Fermato un ex ufficiale a Perugia

Tra gli arrestati anche un giudice ed ex-membri delle forze speciali. A capo del movimento un uomo di origini nobili che avrebbe voluto restaurare il Reich

Terroristi di estrema destra pianificavano un golpe al Parlamento tedesco guidati dal principe di Turingia. Fermato un ex ufficiale a Perugia

di Redazione web

Operazione di polizia in tutta la Germania contro un gruppo terroristico di estrema destra, noto come Reichsbuerger, «Cittadini del Reich», sostenitori delle teorie del complotto, che secondo la procura federale stava preparando un colpo di stato e l'assalto al Parlamento, il Bundestag.

Sono 25 le persone arrestate, tra cui ex soldati delle forze speciali e un ex membro dell’Afd, 52 sospettati di far parte dell'organizzazione e sono stati emessi altri due mandati di cattura, anche in Italia ed Austria.

Secondo la Procura, gli arrestati avrebbero voluto abolire l’ordine costituzionale della Repubblica federale di Germania e stabilire uno stato modellato sul Reich tedesco del 1871.

Giorgia Meloni e Ginevra minacciate sui social: «Se togli il reddito ammazzo te e tua figlia»

Il giallo dello yacht dell'oligarca Mazepin (amico di Putin): via da Olbia e riapparso in Tunisia, ora è scomparso

Alla guida dei complottisti il principe di Turingia

È il principe Heinrich Reuss XIII, 71 anni, il presunto leader del piano orchestrato per rovesciare il governo tedesco. Lo riferiscono le emittenti Ndr, Wdr e il quotidiano «Süddeutsche Zeitung» citando proprie fonti. Nobile, imprenditore immobiliare e uomo d'affari, il principe Heinrich vive a Francoforte sul Meno e su di lui la procura indaga dalla primavera.

Lo 'Spiegel' scrive che il principe ha riunito attorno a lui donne e uomini uniti nel progetto di rovesciare il governo di Berlino, condurre un attacco armato al Bundestag e arrestare politici tedeschi. Il piano, che aveva iniziato a prender forma dal novembre 2021, secondo il principe avrebbe ottenuto il sostegno delle forze della sicurezza tedesche che avrebbero quindi partecipato al golpe.

Dopo il rovesciamento delle istituzioni, sarebbe stato proprio il principe Heinrich a guidare un governo. Un obiettivo che, come ha scritto il procuratore militare, sarebbe stato condotto con «l'uso di mezzi militari e la violenza contro rappresentanti dello Stato. Questo prevede anche l'esecuzione di omicidi». La polizia ha condotto questa mattina una serie di perquisizioni nel suo castello di caccia a Bad Lobenstein nella Turingia orientale e in altri appartamenti e uffici tra i quali quelli a Francoforte sul Meno.

Modello Reich

Gli appartenenti al movimento Reichsbuerger sono sospettati di «aver fatto preparativi concreti per entrare con la forza nel Parlamento tedesco con un piccolo gruppo armato», hanno dichiarato i procuratori tedeschi. Ed il sospetto degli inquirenti è che i membri dell'organizzazione stessero pianificando l'assalto all'edificio del Reichstag per  deporre il governo federale, prendere il potere ed assumere il controllo, tanto che si era già deciso chi avrebbe ricoperto le cariche apicali, come i vari ministeri.

Re Carlo colpito da un uovo: arrestato il responsabile. È il secondo caso nel giro di un mese

Arrestata una giudice

Figura centrale del gruppo sarebbe un uomo di 71 anni, Heinrich R., rampollo di una casa principesca di lunga data dell’odierna Turingia, che ha reso pubbliche le sue strane tesi di cittadino del Reich per diversi anni, e nel 2019 fu uno dei relatori al Worldwebforum, in Svizzera, dove spiegava che la Repubblica Federale non era uno stato sovrano, ma era ancora controllata dagli Alleati. Se avessero assunto il controllo del Parlamento, Heinrich sarebbe stato il capo del governo, mentre al ministero della Giustizia sarebbe stata designata Birgit Malsack-Winkemann, ex membro dell'Afd, giudice a Berlino da quando ha lasciato il Bundestag lo scorso anno.

«Russa tra i terroristi»

Secondo le agenzie di stampa di Mosca, una donna con cittadinanza russa, Vitaliya B., è stata arrestata nell'operazione speciale della polizia tedesca che ha portato in prigione 25 appartenenti a una cellula terroristica di estrema destra in Germania che pianificava un assalto armato al Bundestag. »La procura tedesca - scrive Ria novosti - ha sottolineato di non avere motivi per ritenere che funzionari russi abbiano sostenuto i cospiratori«. La Tass riporta che secondo la Procura tedesca »i sospetti golpisti hanno contattato rappresentanti russi ma non hanno trovato sostegno».

Tedesco arrestato in Italia e un ex ufficiale dei reparti speciali

La Polizia di Stato di Perugia questa mattina, a conclusione di una complessa attività investigativa che ha portato all'arresto di 25 membri di un gruppo terroristico di estrema destra tedesco, ha arrestato, in un albergo in località Ponte San Giovanni a Perugia, un cittadino tedesco, classe 1958, ex ufficiale dei reparti speciali dell'esercito tedesco. L'operazione si inquadra nell'ambito di una complessa un'operazione della polizia tedesca tesa a disarticolare una radicata rete terroristica ispirata al «Terzo Reich» (che conta più di 20.000 militanti).

L'attività sul territorio italiano, informa la Polizia, è stata eseguita dal personale della Digos di Perugia - coordinata dalla Direzione centrale Polizia di prevenzione - su attivazione dell'unità Fastitalia e Sirene del Servizio per la cooperazione internazionale di polizia, che ha seguito le attività di scambio informativo con l'ufficiale di collegamento per la Germania. L'indagato è accusato di far parte di un'associazione criminale avente l'obiettivo di sovvertire con ogni mezzo - anche attraverso la commissione di reati - l'ordine democratico tedesco sostituendolo con un'altra forma di stato non meglio identificata. Una volta appresa la notizia della presenza del 64enne sul territorio nazionale, gli operatori della Digos hanno avviato un mirato servizio di osservazione e di verifica sul posto, durato diversi giorni. Questa notte, poi, in seguito all'emissione di un mandato di arresto europeo, da parte dall'autorità giudiziaria tedesca, gli operatori hanno fatto irruzione all'interno della struttura e, dopo aver localizzato l'uomo, lo hanno arrestato e accompagnato presso gli uffici della questura per le attività di rito. Nella sua camera i poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato diverso materiale riconducibile all'attività sovversiva dell'organizzazione terroristica. Sono in corso le procedure finalizzate all'estradizione del 64enne.

 

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 7 Dicembre 2022, 15:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA