Germania, il presidente della commissione sui vaccini: «Ai miei figli non lo farei»

Germania, il presidente della commissione sui vaccini: «Ai miei figli non lo farei»

Mentre il Parlamento è pronto a discutere l'obbligo vaccinale, arrivano le dichiarazioni inaspettate di Thomas Mertens

«Il vaccino contro il Covid? Ai miei figli non lo farei». Dichiarazioni che faranno discutere, quelle di Thomas Mertens, presidente della commissione Stiko, specializzata sui vaccini in Germania. Proprio mentre il Parlamento si appresta a discutere l'obbligo vaccinale, arriva un'inaspettata presa di posizione da parte di un esperto.

 

Leggi anche > Covid in Germania, lockdown per i no-vax. Merkel: «Obbligo di vaccino all'esame del Parlamento»

 

«Non vaccinerei i miei bambini contro il Covid, non ci sono i dati né gli studi di autorizzazione sulla compatibilità del vaccino nella fascia 5-11 anni. Non possiamo sapere nulla, al momento, su eventuali danni di lungo corso» - ha affermato Thomas Mertens nel 'Podcast fuer Deutschland' della Frankfurter Allgemeine Zeitung - «Dobbiamo essere cauti e accertarci che il vaccino sia compatibile, non possiamo cambiare la nostra posizione in base all'umore dell'opinione pubblica».

 

Le dichiarazioni di Thomas Mertens arrivano a poche ore dagli annunci trionfalistici del ministro tedesco della Salute, Jens Spahn, che aveva dichiarato: «I vaccini pediatrici saranno disponibili una settimana prima delle attese in Europa, è una buona notizia». La commissione Stiko, tutavia, è sempre stata molto cauta nel raccomandare i vaccini contro il Covid ai minorenni. Già per la fascia 12-18, infatti, la commissione presieduta da Thomas Mertens aveva consigliato la somministrazione dei vaccini solo per gli adolescenti più a rischio, affetti da patologie e malattie croniche.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 2 Dicembre 2021, 16:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA