Gemelline di tre anni morte nella casa incendiata davanti alla madre: «Sono state trovate mano nella mano»
di Silvia Natella

Gemelline di tre anni morte nella casa incendiata davanti alla madre: «Sono state trovate mano nella mano»

Gemelline di tre anni muoiono nella casa incendiata davanti alla madre: «Sono state trovate mano nella mano». È avvenuto tutto in pochi minuti: Aisha e Lailani, due gemelline di tre anni, sono rimaste chiuse dentro e sono state divorate dalle fiamme dell'incendio divampato nella loro casa. La mamma, Tankya Ford, di 29 anni, ha assistito impotente alla tragedia avvenuta lunedì a Barlow, una cittadina del Nuovo Galles del Sud, in Australia. Quando sono state ritrovate erano rannicchiate e mano nella mano. 

Leggi anche > Vanno in chiesa per la messa pochi giorni dopo la riapertura: 40 nuovi contagiati, 6 ricoverati in ospedale

La giovane donna è rimasta fuori con il figlio più grande e mentre osservava il rogo urlava disperatamente. L'intervento dei vigili del fuoco, per quanto tempestivo, non è bastato a domare l'incendio e salvare la vita alle due bambine. Bob Noble, dirigente di polizia del distretto di Riverina, ha spiegato l'ipotesi più probabile tra le possibili cause del rogo: «L'incendio potrebbe essersi propagato dal camino acceso, è una tragedia che non colpisce solo la famiglia, gli amici e i vicini, ma tutta la nostra comunità».



Un dolore condiviso anche da una vicina: «Aisha e Lailani erano nate premature e all'inizio avevano avuto diversi problemi, ma i suoi genitori erano riusciti a superare un momento così delicato. Ora questo: non riesco a spiegarmi tutto questo male e tutto questo dolore».
Ultimo aggiornamento: Sabato 23 Maggio 2020, 22:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA