Gabby Petito, il compagno ha confessato prima di suicidarsi: «L'ho uccisa perché me lo ha chiesto lei»

Brian Laundrie ha raccontato di un incidente a seguito del quale Gabby sarebbe rimasta gravemente ferita

Gabby Petito, il compagno ha confessato prima di suicidarsi: «L'ho uccisa perché me lo ha chiesto lei»

Gabby Petito sarebbe stata uccisa dal suo compagno perché sofferente. Il legale del fidanzato Brian Laundrie ha fatto sapere che sul taccuino ritrovato vicino al cadavere di lui (morto suicida dopo il delitto) ha spiegato il motivo del folle gesto. Brian avrebbe detto che Gabby soffriva dopo essere caduta in un torrente e lui l'avrebbe finita per pietà.

Leggi anche > Lisa, uccisa dalla mestra a 11 mesi con la soda caustica: l'educatrice si era abilitata da poco

Gabby, nota influencer statunitense su Instagram, è scomparsa nell'agosto dello scorso anno fino a quando non è stata trovata priva di vita in una foresta in Wyoming. L'autopsia confermò lo strangolamento, come causa del decesso. La 22enne era in viaggio con il fidanzato Brian Laundrie e su di lui sono subito caduti i primi sospetti, ma pochi giorni dopo anche il compagno è sparito nel nulla per essere trovato dopo mesi privo di vita. Accanto al cadavere un taccuino in cui Brian avrebbe spiegato l'accaduto.

Il giovane ha detto che Gabby sarebbe scivolata in un torrente durante un'escursione. Un incidente che le avrebbe causato delle gravi ferite (a dire del compagno) e per il quale lo avrebbe implorato di ucciderla. «Aveva il suo respiro affannoso, ansimava e chiamava il mio nome. Era gelata. Imploravo la fine del suo dolore», scrive Brian nel taccuino dopo aver confessato il delitto. Il compagno definisce la 22enne il grande amore della sua vita ma ha precisato, come riportato dal Sun: «Stava soffrendo molto. Ho posto fine alla sua vita, ho pensato che fosse misericordioso, che fosse quello che voleva, ma ora mi rendo conto di tutti gli errori che ho fatto. Sono andato nel panico, ero sotto shock, ma dal momento in cui ho deciso, ho portato via il suo dolore. Sapevo che non potevo andare avanti senza di lei».

Sul caso, tuttavia, restano ancora molte ombre e si continua a indagare.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 27 Giugno 2022, 14:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA