Francia, orca bloccata nella Senna rischia di morire: stimoli sonori dai droni per guidarla verso il mare

Francia, orca bloccata nella Senna rischia di morire: stimoli sonori dai droni per guidarla verso il mare

L'orca è stata avvistata per la prima volta il 16 maggio alla foce della Senna prima che iniziasse a muoversi controcorrente nel fiume fino ad arrivare ad ovest di Rouen

E' iniziata in Francia l'operazione per riportate in mare un'orca finita da giorni nelle acque della Senna. L'animale un maschio di circa 4 metri, la cui salute si sta rapidamente deteriorando, verrà guidata verso il mare da droni che diffonderanno il verso di questi cetacei, nella speranza che l'orca risponda come si aspettano gli specialisti, francesi ed internazionali, che stanno seguendo il caso. «Questo metodo non invasivo consentirà di non avvicinarsi con imbarcazioni, che potrebbero aggravare lo stress dell'animale e minacciare la sua sopravvivenza, nonché la sicurezza dei soccorritori», ha detto la prefettura della Seine-Maritime annunciando poi su Twitter che l'operazione per guidarla verso il mare è in corso.

 

Leggi anche > Regno Unito, bandiere verso il tutto esaurito per le celebrazioni del Giubileo della Regina: «Mai visto nulla di simile»

 

L'orca è stata avvistata per la prima volta il 16 maggio alla foce della Senna tra Le Havre e Honfleur in Normandia, prima che iniziasse a muoversi controcorrente nel fiume fino ad arrivare ad ovest di Rouen. Il mammifero «è in cattive condizioni di salute e rischia la morte» perché non trova abbastanza cibo nel fiume e l'acqua dolce è nociva per il suo organismo, spiega Gerard Mauger, vicepresidente del Cotentin Cetacean Study Group, citato da France 3. 

 

 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 30 Maggio 2022, 08:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA