Francia nel caos: afghano armato di coltello fermato a Lione. Uomo ucciso dalla polizia ad Avignone

Francia nel caos: afghano armato di coltello fermato a Lione. Uomo ucciso dalla polizia ad Avignone

Non solo Nizza, paura attentati in Francia. Non bastasse l'attacco alla basilica di Notre-Dame a Nizza in cui sono morte tre persone, poco fa un afghano armato di coltello è stato fermato a Lione, nel centro della Francia. Lo si apprende da fonti degli inquirenti.

 

Leggi anche > Nizza, attentato a Notre-Dame: tre morti, decapitate due persone. L'aggressore ferito e fermato: «Urlava Allah akbar»

 

L'afghano - si apprende dalla radio France Info che cita fonti della polizia - era armato di un coltello con lama da 30 cm ed è stato fermato nei pressi della stazione ferroviaria Perrache. Era vestito con un giubbotto militare e camminava con il coltello in mano. Era stato visto da diversi passanti che hanno chiamato la polizia. Gli agenti lo hanno fermato senza che opponesse resistenza. Non sembra che avesse intenti terroristici, anche se la settimana scorsa aveva tentato di ferire dei poliziotti davanti alla prefettura, a causa del rifiuto di un documento di soggiorno in Francia.

 

UOMO UCCISO AD AVIGNONE Questa mattina un episodio simile era avvenuto ad Avignone, nei pressi dell'ospedale psichiatrico di Montfavet, dove un uomo avrebbe tentato di attaccare dei poliziotti in strada intorno alle 11.15. L'uomo è stato ucciso dagli agenti, secondo quanto riferito da radio Europe 1. L'episodio non è però oggetto di indagini dell'antiterrorismo: secondo il quotidiano locale Midi Libre l'individuo che ha minacciato gli agenti aveva una pistola che poteva essere un'arma giocattolo ed ha «pronunciato frasi incoerenti, ma non a connotazione religiosa». Le prime informazioni parlavano di un uomo armato di coltello che aveva urlato 'Allah akbar'.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 29 Ottobre 2020, 15:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA