Neve e freddo ma gli studenti vanno a scuola in bicicletta a -17 gradi

"Mi raccomando bello di mamma, copriti bene che fa freddo". La password per lasciare casa prima di andare a scuola è universale. Sul freddo invece possiamo discuterne. Per noi magari una decina di gradi (sopra lo zero ovvio) possono compromettere la giornata, tra spray nasali e abbigliamento da sommozzatore di lana. In Finlandia no. Il "bello di mamma" in questo caso sono oltre mille studenti della Metsokangas Comprehensive School di Oulu. E il freddo è misurato sui -17 gradi centigradi. Copriti? Va bene, soprattutto perché a scuola questi giovani finlandesi ci vanno in bicicletta.
 

La foto di Pekka Tahkola sta facendo il giro del mondo. All'esterno dell'edificio, si vede una montagna di neve coperta da una distesa di biciclette. Qui i ragazze e ragazzi, per raggiungere la scuola, usano prevalentemente la bici: su 1200 iscritti tra i 7 e i 17 anni, 1000 scelgono i pedali: «Abbiamo organizzato uno studio in Finlandia per vedere quanti studenti fanno uso della bici. Questi di Oulu sono risultati i migliori».
 
Pekka Tahkola è un ingegnere della Navico Ltd. e lavora anche per la città di Oulu. Organizza spesso delle uscite invernali con la bici e il suo settore è quello della mobilità "smart": «Quello che avete visto - spiega a mnn.com - è normale da queste parti. Anche io da ragazzo, in inverno, utilizzavo la bici. E' successo (e succede) anche a -30 gradi». Pianure, laghi, lo scenario che circonda i finlandesi è quello di una natura spettacolare che spinge le persone all'uso della bicicletta: «Abbiamo le infrastrutture che aiutano i ciclisti e le strade sono ben tenute. Questo ci consente di pedalare in fretta e con facilità, anche in condizioni difficili come quelli invernali. E le distanze sono più brevi di quelle percorse con l'automobile».
Ultimo aggiornamento: 16:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA