Il padre fu ucciso davanti ai suoi occhi, dopo 29 anni diventa avvocato e fa arrestare gli assassini

All'epoca aveva soltanto sei anni, ma non ha mai smesso di lottare per avere giustizia

Il padre fu ucciso davanti ai suoi occhi, dopo 29 anni diventa avvocato e fa arrestare gli assassini

di Redazione web

Suo padre è stato ucciso proprio davanti ai suoi occhi quando aveva solo sei anni. Quel bambino oggi è diventato un avvocato, spinto dall'unico intento di far riaprire il caso archiviato per l'omicidio del genitore e assicurare il colpevole alla giustizia dopo 29 anni.  

Marito scopre la moglie a letto con un ragazzo di 21 anni: il giovane si infuria e la pugnala a morte con le forbici

L'amico pedofilo violenta sua figlia di 6 anni, lui lo costringe a scavarsi la tomba e a suicidarsi. Il papà libero dopo 6 mesi di carcere

 

Le condanne 

 

Un tribunale di Gazipur, in Bangladesh, il 31 ottobre ha condannato due persone alla detenzione fino alla morte e altre cinque all'ergastolo per l'omicidio di Sultan Uddin, all'epoca 55enne, avvenuto 29 anni fa. L'uomo è stato prima accoltellato e poi ucciso a colpi di arma da fuoco da suo fratello Main Uddin Bepary, dal fratellastro Abul Kashem Bepary e dalle loro coorti per una faida familiare legata alla terra il 15 settembre 1993 nel villaggio di Beraider Chala.

L'omicidio

 

L'omicidio era avvenuto davanti ai familiari della vittima - tra cui il piccolo Mustafizur Rahman Bahadur, che allora aveva solo sei anni - mentre erano tenuti in ostaggio con coltelli e armi da fuoco. Decenni dopo, Mustafizur è cresciuto fino a diventare un avvocato e ha combattuto in tribunale per la giustizia per la morte di suo padre come avvocato del querelante. Dopo il verdetto, Mostafizur Rahman ha dichiarato al Daily Star: «Avevo sei anni quando mio padre è stato ucciso. Sono cresciuto fino a diventare un avvocato per garantire giustizia per l'omicidio di mio padre. Anche se dopo 29 anni, sono stato in grado di garantire il processo per l'omicidio di mio padre, è un grande risultato per me».


Ultimo aggiornamento: Giovedì 3 Novembre 2022, 22:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA