Fase 2, come si andrà in hotel: tampone 24 ore ore prima, bagagli sanificati, screening della temperatura e respiratori

Fase 2, come si andrà in hotel: tampone 24 ore ore prima, bagagli sanificati, screening della temperatura e respiratori

Gli alberghi si preparano a riaprire dopo il lockdown. Saranno rigide le misure di sicurezza che dovranno mettere in atto, perché prima di tutto sarà necessario effettuare regolarmente sanificazioni degli ambienti e mettere gli ospiti in sicurezza fornendoli delle condizioni necessarie per tutelarsi ed evitare assembramenti.

Leggi anche > Vaccino anti-Covid, allo Spallanzani test sull'uomo già a giugno: «Investimento da 5 milioni»

Nel Regno Unito si parla anche di disinfettare i bagagli degli ospiti all'arrivo, introdurre misure di allontanamento sociale nei ristoranti e fornire dispencer di disinfettante per le mani. Alcuni alberghi stanno anche pensando a misure più estreme. Uno dei principali centri termali d'Europa, la SHA Wellness Clinic sulla Costa Blanca in Spagna, ha annunciato l'intenzione di installare telecamere termografiche nelle aree dedicate a ospiti e personale, consentendo loro di raccogliere e valutare persone potenzialmente affette dal virus.

«Le telecamere verranno installate strategicamente solo nelle aree di accesso alle strutture SHA, quindi non saranno invasive per gli ospiti e limiteranno il più possibile le preoccupazioni», spiegano. Gli ospiti dovranno inoltre sottoporsi a un test Covid-19 almeno 24 ore prima dell'arrivo, nonché a una visita medica per assicurarsi che siano liberi da infezioni; tutti i dipendenti saranno testati prima di poter tornare al lavoro.

Il Legian Seminyak a Bali sta adottando misure simili, imponendo a tutti gli ospiti, il personale e i fornitori di sottoporsi a controlli di temperatura prima di entrare nella proprietà. Tutti coloro che mostreranno segni di febbre non potranno entrare nell'albergo e saranno dirottati su altre strutture per cure mediche. In Sri Lanka, il gruppo Ceylon sta introducendo test di temperatura e respiratori per tutti gli ospiti che alloggiano nei suoi tre hotel, dove verrà chiesto a ciascuno di compilare un questionario sulla salute prima di iniziare il soggiorno.

La maggior parte degli alberghi si sta attrezzando con macchinari per la sanificazione e forniture di mascherine e gel disinfettanti: un esempio è l'isola di Milaidhoo alle Maldive, ma anche in Puglia, presso  il Castello di Ugento. Molti stanno prendendo misure di sicurezza anche nei ristoranti per cercare di distanziare i tavoli e far consumare pasti ai clienti in sicurezza. 
Ultimo aggiornamento: Martedì 5 Maggio 2020, 15:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA