«Evitate ogni contatto, compresi gli abbracci»: il regolamento della scuola che fa discutere

«Evitate ogni contatto, compresi gli abbracci»: il regolamento della scuola che fa discutere

Il caso dell'istituto punta a migliorare la propria "cultura positiva"

«Evitate ogni forma di contatto, compresi gli abbracci». Proprio quando gli studenti di tutto il mondo (e di tutte le età) stanno cercando di ricostruire la loro socialità distrutta dal Covid, arriva un regolamento imposto da una scuola che sta facendo molto discutere.

 

Leggi anche > Studenti contro la preside: «Ragazze punite e insultate per come vestono». E scatta lo sciopero

 

Siamo a Mossley, nell'area della Greater Manchester, nel Regno Unito. La scuola superiore locale, un istituto molto prestigioso, ha appena informato gli studenti che dovranno evitare ogni tipo di contatto tra loro. Vietati abbracci, carezze, combattimenti per gioco e altre forme di contatto tra gli alunni. Ufficialmente, per «migliorare ulteriormente la cultura positiva della scuola», riporta Metro.co.uk. Anche se di positivo, qui, sembra esserci davvero poco.

 

Il nuovo regolamento scolastico sta facendo discutere tutta la Gran Bretagna e la scuola, ritrovatasi improvvisamente nel vortice mediatico, ha spiegato che venerdì sarà diffuso un comunicato in cui verranno spiegate meglio le proprie ragioni. Intanto, però, Drew Duncan, un dirigente scolastico che aveva già lavorato alla Mossley Hollins High School ha spiegato: «Quel regolamento esiste da anni, ora è stato semplicemente formalizzato. Con la pandemia, molti alunni hanno sofferto e il loro comportamento ne risente. Spesso, si finisce per invadere lo spazio personale degli altri».

 

«L'atmosfera nella scuola è già più calma e amichevole, continueremo a far sì che la situazione migliori ulteriormente. Stiamo già notando differenze in meglio e anche molti genitori apprezzano questa politica. Vogliamo che tutti gli studenti si sentano a loro agio a scuola», ha spiegato Duncan. Non tutti, però, sono d'accordo. Una ex studentessa, Emma Halpin, ha commentato così: «Nessuno sembra essere a favore, molti studenti sono sotto pressione per delle regole così rigide. ».

 

Tra i comportamenti vietati, ci sono le spinte, gli strattoni, il lancio di oggetti e altre norme assolutamente ragionevoli. Ma poi si arriva al punto dolente, quello che vieta ogni tipo di contatto. E che lascia perplesse moltissime persone. Gli utenti, sui social, hanno iniziato a chiedersi: «Il divieto di contatto vale anche per uno studente che ha bisogno di essere soccorso, o semplicemente vive un momento per cui avrebbe bisogno del conforto di un abbraccio? Imporre ai bambini di non mostrare affetto agli amici è il modo migliore per farli diventare degli adulti problematici». E ancora: «Per fortuna i miei figli non vanno a quella scuola, altrimenti sarei una furia».

 

 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 23 Giugno 2022, 15:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA