Emiliano Sala, l'appello della famiglia: «Continuate a cercare anche il pilota David»

Emiliano Sala, l'appello della famiglia: «Continuate a cercare anche il pilota David»

Il corpo di Emiliano Sala è stato recuperato dopo quasi due settimane dal tragico incidente aereo in cui l'attaccante italo-argentino, in procinto di trasferirsi dal Nantes al Cardiff, era rimasto coinvolto. Ora finalmente la famiglia del calciatore può dare una degna sepoltura al figlio, scomparso tragicamente a 28 anni e nel momento migliore della carriera. Allo stesso tempo, però, i familiari di Emiliano Sala hanno lanciato un ultimo appello.

Bambino di 6 anni decapitato di fronte alla mamma: «Apparteneva alla religione sbagliata»​



Di David Ibbotson, il pilota del Piper su cui viaggiava Emiliano Sala, non si sa più nulla. Il corpo non solo non è stato ancora recuperato, ma sembra che non sia neanche stato avvistato tra i rottami dell'aereo, ad una settantina di metri sotto il livello del mare. Dal fondale nei pressi di Guernsey, nel Canale della Manica, è stato infatti recuperato solo il corpo dell'attaccante e per questo, anche se il team di ricerche non ha diffuso ulteriori dettagli, la famiglia di Emiliano ha dedicato un pensiero anche a David Ibbotson.

«Con tristezza infinita confermiamo che quel corpo è di Emiliano. Vogliamo ringraziare tutti voi per il supporto e l'affetto dimostrato nel momento più doloroso delle nostre vite. Vedere tutto il mondo mobilitarsi per aiutarci nelle ricerche è stato un aiuto infinitamente prezioso. Grazie a voi, oggi possiamo dare l'ultimo saluto a nostro figlio e nostro fratello» - si legge nel comunicato della famiglia Sala, riportato anche dal Mirror - «I nostri pensieri, ora, vanno a David Ibbotson e alla sua famiglia. Chiediamo alle autorità di fare tutto il possibile per ritrovare anche lui».

La morte di Emiliano Sala, che dopo quasi due settimane dall'incidente appariva scontata, ha comunque sconvolto il mondo del calcio e non solo. Un incidente tragico e misterioso, che però sembrava evitabile. Dopo la conferma dell'identità del corpo recuperato nella Manica, la sorella Romina aveva dedicato questo pensiero a Emiliano: «La tua anima brillerà per sempre nella mia, illuminando così il tempo della mia esistenza».
© RIPRODUZIONE RISERVATA