Due uomini la violentano e filmano gli abusi, 27enne si uccide per la vergogna ma nessuno paga
di Alessia Strinati

Due uomini la violentano e filmano gli abusi, 27enne si uccide per la vergogna ma nessuno paga

Violentata e picchiata da due uomini che hanno ripreso la scena con un telefono. Jenna Johnson, 27 anni, di Thurso in Scozia,è stata prima stuprata da due uomini e poi umiliata dai suoi stessi aguzzini che hanno filmato quello che per lei era un incubo con uno smartphone. Jenna non ha retto il peso di tanta umiliazione e si è ammazzata, come riporta anche la sua famiglia.

Genova, mamma droga la figlia e il patrigno la violenta: coppia in manette. L'incubo di una ragazzina 17enne
Va in coma a 18 anni, quando si sveglia scopre di essere mamma: «Non sapevo di essere incinta»



La ragazza è stata trovata priva di vita in casa sua e i suoi cari puntano il dito contro i due uomini. Il video incriminato non è mai stato pubblicato e sul corpo non c'erano segni di abusi sessuali, perché era passato troppo tempo dalla violenza, così la polizia non ha individuato il suo caso come sospetto. Archiviata come suicidio, la sua morte non ha smesso di tormentare i suoi cari che hanno più volte chiesto che venissero portate avanti nuove indagini.

Come riporta il Daily Mail, per la famiglia la ragazza sarebbe stata violentata e minacciata da due uomini. I suoi aguzzini avrebbero minacciato Jenna anche in merito alla vita dei suoi figli e spinto la donna al suicidio, perché disperata della situazione in cui si era ritrovata.
Lunedì 18 Febbraio 2019, 18:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA