Donna vende suo figlio di 5 giorni per 3.400 per pagarsi un intervento al naso

Arrestata con l'accusa di traffico di essere umani

Donna vende suo figlio di 5 giorni per 3.400 per pagarsi un intervento al naso

Dare via il proprio figlio in cambio di un intervento al naso. Succede nella Russia meridionale, dove una donna di 33 anni di Kaspiysk, Daghestan, è stata arrestata per avere venduto il proprio bambino appena nato per 3.400 euro.

Leggi anche > Nato senza un braccio, ora realizza protesi con i Lego per i bambini con malformazioni

Donna russa vende suo figlio di 5 giorni per 3.400 per pagarsi un intervento al naso

Come riporta il Mirror, il piccolo di appena 5 anni sarebbe stato ceduto dietro compenso a una coppia di genitori, ai quali la donna (di cui non viene rivelato il nome) avrebbe detto di non avere né un lavoro né un posto dove vivere. Secondo la ricostruzione, la madre naturale avrebbe utilizzato quei soldi per sottoporsi a un intervento al naso per ragioni «respiratorie».

L'accusa di traffico di essere umani

La polizia è riuscita ad arrestare la donna con l'accusa di traffico di esseri umani prima che potesse ricevere il denaro. In una dichiarazione ottenuta da NewsFlash il Comitato Investigativo della Federazione Russa per la Repubblica del Daghestan ha spiegato che «il 25 aprile 2022, una donna ha dato alla luce un figlio maschio al Caspian City Central Hospital».

«Il 30 aprile 2022 stata dimessa dall'ospedale, dove, incontratasi con un residente locale, ha accettato di consegnargli il figlio appena nato per un compenso di 200.000 rubli. Ha quindi emesso una rinuncia ai diritti del bambino e ha ricevuto denaro per un importo di 20.000 rubli da parte di terzi. Il 26 maggio 2022 ha ricevuto il resto del denaro per un importo di 100.000 rubli».


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 13 Luglio 2022, 19:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA