Donald Trump ci ripensa: «L'invasione dell'Ucraina è un crimine contro l'umanità»

Donald Trump ci ripensa: «L'invasione dell'Ucraina è un crimine contro l'umanità»

Dopo aver definito Putin un genio, adesso aggiusta il tiro: "Non sembra lo stesso con il quale trattavo io"

Donald Trump ci ripensa. Dopo le dichiarazioni di inizio invasione in cui, l'ex presidente degli Stati Uniti d'America, elogiava Vladimir Putin definendolo un genio, adesso Trump fa retromarcia. L'invasione dell'Ucraina da parte della Russia «è veramente un crimine contro l'umanità che deve finire presto».

 

Leggi anche > Ucraina, anche il super-cecchino 'Wali' si unisce all'esercito di Kiev: «È il più letale al mondo»

 

A dirlo è Donald Trump, che in un'intervista, rilasciata nella notte a Fox News, sembra avere aggiustato il tiro dopo le sue prime dichiarazioni sulla guerra, nelle quali aveva definito Vladimir Putin «un genio». Per l'ex presidente «il problema di Putin è che ha un ego molto grande e se si ferma ora, sembrerà per lui una grossa sconfitta, anche se conquisterà un po' di territorio extra».

 

L'ex presidente è sembrato poi giustificarsi, affermando di «andare d'accordo con queste persone», ma che «questo non significa che siano brave persone». Trump ha quindi insistito sul fatto che con lui ancora alla Casa Bianca l'invasione russa non ci sarebbe stata.

 

E tuttavia, pur rifiutandosi di definire Putin «malvagio», come gli chiedeva il conduttore Sean Hannity, Trump ha concesso che riguardo al presidente russo «molte cose sembrano cambiate e che questo non sembra lo stesso Putin con il quale trattavo io».


Ultimo aggiornamento: Venerdì 11 Marzo 2022, 13:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA