Follia Die Welt: «Mafia italiana punta ai bond» e chiede alla Merkel di non cedere. Furia Di Maio
di Stefania Cigarini

Die Welt: «Mafia italiana punta ai bond» e chiede alla Merkel di non cedere

La mafia aspetta i soldi della Ue, per questo la Merkel non dovrebbe cedere ai coronabond. Questo il succo dell’editoriale di Die Welt - importante quotidiano tedesco di stampo conservatore - a firma di Christoph B. Schiltz. Un articolo dagli assunti fin troppo ovvi - “gli aiuti finanziari in Italia dovrebbero essere spesi solo per la salute” ma che trasforma il nostro Paese in un sistema mafioso in toto: “gli italiani devono essere anche controllati da Bruxelles e dimostrare che stanno usando i soldi correttamente”. 

Leggi anche > Eurogruppo, trovato l'accordo: Mes senza condizioni, Recovery Fund ma niente Eurobond. Gentiloni: «Misure senza precedenti». Salvini e Meloni all'attacco del governo

Una etichetta da sorvegliati speciali respinta dal ministro degli Esteri, Luigi Di Maio: «Un’affermazione vergognosa e inaccettabile. Spero che il governo tedesco ne prenda le distanze. L’Italia piange oggi le vittime del coronavirus, ma ha pianto e piange le vittime della mafia». L’editoriale è stato stigmatizzato non solo da esponenti politici di diverso orientamento - tra gli altri Tajani, Salvini, Meloni, Fassina, Morra – ma da esponenti dello spettacolo e della cultura come la cantante Laura Pausini o lo scrittore Corrado Augias (“intollerabile pregiudizio”). Persino dall’ex corrispondente del Die Welt stesso, Costanze Reuscher: «La mafia o persone corrotte ci sono, non è in dubbio, ma questo vale anche per la Germania, gli Stati Uniti, la Russia, la Cina, vale ovunque».

Giovanni di Lorenzo, il giornalista italiano naturalizzato tedesco, direttore del settimanale Die Zeit, contesta le reazioni italiane: «In Germania a nessun politico salterebbe in mente di criticare un commento su un giornale», così come l’operato tedesco: «L’idea che Merkel possa intrufolarsi nel giudizio di un singolo commentatore di un singolo giornale in Germania è inconcepibile». Ma è accaduto. Il dibattito è aperto anche in Germania: due giorni fa Steffen Klusman, redattore capo di Der Spiegel non ha esitato a definire “gretta e meschina l’idea di rifiutare i coronabond” all’Italia.
riproduzione riservata ®
Ultimo aggiornamento: Venerdì 10 Aprile 2020, 08:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA