Vaccino, Regno Unito primo al mondo: 800 mila dosi già pronte tra 7 giorni. La Ue: non corriamo, i nostri controlli saranno più severi
di Mario Fabbroni

Vaccino, Regno Unito primo al mondo: 800 mila dosi già pronte tra 7 giorni.
La Ue: non corriamo, i nostri controlli saranno più severi

Nella corsa al vaccino anti-Covid la Gran Bretagna brucia i tempi ed approva, primo Paese al mondo, il siero della Pfizer-BioNTech che sarà disponibile nel Paese a partire dalla prossima settimana. Priorità agli anziani delle case di riposo e al personale medico, prime 800 mila dosi già pronte. 
Ma l’annuncio di Londra ha infastidito parecchio l’Europa. Anche se l’agenzia indipendente di controllo e regolazione dei farmaci inglese (Mrha) ha assicurato che l’approvazione del farmaco è avvenuta nel rispetto delle più scrupolose verifiche scientifiche e «senza prendere scorciatoie», le critiche non sono mancate. l’Ema (l’agenzia europea del farmaco) ha affermato che la sua procedura di approvazione «è più lunga e più appropriata in quanto si basa su più prove e richiede più controlli», definendo invece quello inglese un «passo sostanzialmente politico non privo di rischi». 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 3 Dicembre 2020, 08:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA