Covid, un tribunale blocca l'obbligo di vaccino per il personale sanitario dopo il ricorso di medici e infermieri

Covid, un tribunale blocca l'obbligo di vaccino per il personale sanitario dopo il ricorso di medici e infermieri

L'obbligo di vaccino contro il Covid per il personale sanitario bloccato da un giudice. Accade, dopo il ricorso di 17 tra medici e infermieri, nello stato di New York: l'ordinanza, che era stata firmata dall'ex governatore Andrew Cuomo, è così sospesa fino al 22 settembre. Ecco cosa sta succedendo.

 

Leggi anche > Eitan, il nonno materno: «Portato in Israele legalmente». Il piccolo a casa con lui

 

In estate, l'allora governatore di New York, Andrew Cuomo, aveva firmato un'ordinanza con cui veniva disposto il vaccino obbligatorio per tutto il personale sanitario. Medici, infermieri e operatori sociosanitari avrebbero dovuto ricevere almeno una dose di vaccino entro il 27 settembre, con limitate eccezioni per motivi religiosi e medici.

 

Diciassette persone, tra medici e infermieri, convinti che l'obbligo vaccinale violi i loro diritti costituzionali, avevano però presentato un'azione legale contro quella decisione. Il ricorso è stato accolto dal giudice David Hurd, che ha bloccato temporaneamente l'obbligo di vaccino per le professioni sanitarie, concedendo una settimana di tempo (fino al 22 settembre) per rispondere all'azione legale dei ricorrenti.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 15 Settembre 2021, 09:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA