Covid, la Germania è in ginocchio. Quasi 53mila casi: «Siamo vicini a una catastrofe»

Angela Merkel ha dichiarato: "La situazione è drammatica. Al virus non interessa se il governo è reggente o uscente"

Covid, la Germania è in ginocchio. Quasi 53mila casi: «Siamo vicini a una catastrofe»

La nuova ondata di Covid in Germania sta diventando un vero e proprio incubo. «La situazione pandemica in Germania è drammatica». Ha dichiarato Angela Merkel, riferendosi ai quasi 53mila casi di Covid registrati nel Paese nelle ultime 24 ore. «Anche il numero di morti è spaventoso», ha aggiunto, sottolineando che le persone ricoverate nelle terapie intensive aumentano rapidamente. Sui vaccini l'ex cancelliera ha sottolineato: «Non è affatto tardi per farsi somministrare una prima dose».

Leggi anche > Europa travolta dalla quarta ondata: in Russia record di morti. Merkel: «In Germania situazione drammatica»

Nel frattempo in Sassonia, a partire da venerdì sarà possibile avere contatti solo con un'altra persona estranea al proprio nucleo familiare, ad eccezione di vaccinati, guariti e minori di 16 anni che non entrano nel conteggio. Il cosiddetto modello 2G (cioè l'accesso consentito solo a vaccinati e guariti) già in vigore in Sassonia per i ristoranti, i bar e i musei, sarà esteso a una serie di ambiti: dal commercio al dettaglio (supermercati esclusi) ai parrucchieri, dagli impianti sportivi al chiuso ai servizi di cura per il corpo. Le riunioni potranno prevedere al massimo 10 persone, vaccinati e guariti inclusi. «La situazione è drammatica», ha detto la ministra della Salute della Sassonia, Petra Koepping. «Questo è veramente l'ultimo allarme. Ciascuno deve rispettare le regole Covid altrimenti non riusciremo a superare l'inverno», ha aggiunto.

Covid in Belgio: torna l'obbligo di smart working

Con 52.826 nuovi casi e 294 decessi la Germania ha registrato il livello più elevato da sei mesi. Dai dati resi noti dal Robert Koch Institute per le malattie infettive, l'incidenza dei contagi sulla popolazione è salita a 319,5 casi ogni 100mila abitanti e va da un massimo di 742 casi della Sassonia a un minimo di 107,1 dello Schleswig-Holstein. I ricoveri in ospedale sono aumentati di 1.627. L'indice di riproduzione del virus è di 1,04, sulla base di 7 giorni. Ieri l'Rki aveva riferito di 32.048 nuovi contagi con 265 morti, e un tasso di 312 casi ogni 100mila abitanti. Sul fronte delle vaccinazioni, il 67,7% della popolazione ha ricevuto entrambe le dosi del siero. La quota sale al 70% se si considera anche chi ha ricevuto solo la prima dose.

«Il sistema sanitario tedesco si sta avviando verso una catastrofe»: lo ha scritto nero su bianco l'associazione federale tedesca degli anestesisti, la Bda, insieme alla società tedesca di anestesiologia e medicina intensiva in una lettera aperta ai ministri della Salute dei Laender e al ministro della Salute federale Jens Spahn. L'associazione chiede misure efficaci di contenimento e un'applicazione della regola del 2G (accesso consentito solo a vaccinati e guariti) per tutti gli ambiti della vita pubblica in Germania.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 17 Novembre 2021, 20:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA