Covid, Berlino corre ai ripari con il lockdown per i no vax: «Niente ristoranti, cinema ed eventi»

Covid, Berlino corre ai ripari con il lockdown per i no vax: «Niente ristoranti, cinema ed eventi»

La capitale tedesca cerca di rimediare alla forte crescita di contagi

L’Europa stringe la morsa intorno ai no vax. L’Austria fa da apripista e da lunedì imporrà il primo "lockdown" per chi non è immunizzato. Vale a dire niente più ristoranti, movida, hotel, sport ed eventi culturali, così come niente impianti sciistici. E la Germania la segue a ruota. A partire da lunedì a Berlino non sarà più possibile andare al ristorante, al cinema o a vedere una mostra senza essere vaccinati o guariti.

 

Leggi anche > Covid, in Germania allarme rosso: si temono 100mila morti. «Pochi vaccinati, serve fare come Italia»

 

È questo il nuovo regolamento introdotto dal Senato per rimediare alla forte crescita dei contagi da Covid-19 nella capitale, dove la quota di incidenza settimanale ogni 100.000 abitanti ha sfondato i 227. Per entrare al cinema o al ristorante, ma anche nei centri sportivi come negli impianti termali, non sarà più consentito mostrare soltanto il risultato di un test covid.

 

Berlino si uniforma quindi alla Sassonia dove dall'8 novembre è entrata in funzione per i luoghi pubblici la regola dell'ingresso consentito solo a vaccinati e guariti.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 10 Novembre 2021, 20:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA