Coronavirus in Spagna, ricoveri quadruplicati in un mese. Nel mondo 20 milioni di contagi

Coronavirus in Spagna, ricoveri quadruplicati in un mese. Nel mondo 20 milioni di contagi

La ripresa dei contagi da coronavirus in Spagna ha fatto più che quadruplicare i ricoveri in un mese. Se all'inizio di luglio vi erano 150 persone in ospedale, venerdì (ultimo giorno in cui erano disponibili i dati) erano arrivati a 677, rimarca oggi El Pais. La ripresa dei ricoveri avviene mentre l'incidenza del contagio è salita di otto volte. Il primo luglio era di 10 casi ogni 100mila abitanti, ora è arrivato a 79,8. Gli ospedali, scrive il quotidiano, si stanno preparando a possibili ulteriori aumenti di ricoveri nelle prossime settimane: alcuni hanno aperto nuovi reparti covid-19, altri stanno predisponendo la riduzione delle ferie di medici e infermieri. Tutti hanno pronti piani di emergenza per sospendere l'attività ordinaria e poter disporre di maggiori posti letto per i malati covid. 

Il virus quindi corre ancora e la seconda ondata non si arresta. Sono 19.863.850 i casi di infezione registrati a livello globale, stando al Coronavirus Resource Center della John Hopkins University. I decessi attribuiti nel mondo al Covid-19 sono 731.374. Invece un totale complessivo di 658.044 casi confermati di contagi da coronavirus (+6735 rispetto al giorno precedente) sono stati registrati dall'inizio della pandemia nei Paesi dell'Europa centrale e orientale, in Germania, Austria e Grecia, secondo dati ufficiali raccolti dall'Oms, aggiornati al 9 agosto. La crescita percentuale su base settimanale dei contagi totali, sulla base di elaborazioni aggiornate al 3 agosto, è stata particolarmente sostenuta nell'ultima settimana in Kosovo, Bosnia-Erzegovina e Romania. Bielorussia, Moldova, Macedonia del Nord, Montenegro e Kosovo registrano più casi totali confermati per milione di abitanti che l'Italia. I decessi registrati nell'area sono stati finora 21941 (+133), di cui 9196 in Germania, 2659 in Romania, 1897 in Ucraina, 1800 in Polonia, 841 in Moldova, 721 in Austria, 632 in Serbia, 602 in Ungheria, 585 in Bielorussia.
Ultimo aggiornamento: Lunedì 10 Agosto 2020, 11:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA