Coronavirus, rifiuta ventilatore polmonare e muore a 90 anni: «Ho avuto una bella vita, datelo a chi è più giovane»
di Alessia Strinati

Coronavirus, rifiuta ventilatore polmonare e muore a 90 anni: «Ho avuto una bella vita, datelo a chi è più giovane»

A 90 anni, malata di coronavirus, chiede di non essere intubata per lasciare posto in terapia intensiva a chi è più giovane di lei. Il gesto di Suzanne Hoylaerts, di Binkom, in Belgio, è stato di grande altruismo. La donna è morta poco dopo aver rifiutato il respiratore dopo che le sue condizioni di salute si sono aggravate a causa del Covid19.

Leggi anche > Coronavirus, morta bambina di 12 anni. Il virologo Bonaguro: «I ragazzi non sono immuni»



Suzanne ha voluto lasciare una possibilità di salvezza a chi è più giovane di lei e ha una maggiore aspettativa di vita: «Ho già vissuto abbastanza, ho avuto una bella vita. Non voglio la respirazione artificiale, potrebbe servire a qualcun altro». Sono state queste le parole che ha detto ai sanitari quando le è stato detto che le sue condizioni erano peggiorate.

La donna era in ospedale da due settimane, i tamponi avevano mostrato che aveva contratto il coronavirus. Rimasta in reparto per giorni era costantemente monitorata, ma alla fine ha iniziato a stare peggio, così le è stato detto che sarebbe stata intubata, ma lei si è opposta. Suzanne è una delle tante vittime del covid-19 in Belgio. Il numero di contagi è salito a 12.775, con 1.021 pazienti ricoverati in terapia intensiva. 
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 1 Aprile 2020, 15:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA