Come Tom Hanks in The Terminal: da 14 anni vive in aeroporto a Pechino

Il 60enne vive da 14 anni all'aeroporto di Pechino dopo aver litigato con la famiglia che gli aveva chiesto di smettere di bere e fumare

Come Tom Hanks in The Terminal: da 14 anni vive in aeroporto, ecco dove

Un 60enne cinese vive all’aeroporto di Pechino da 14 anni dormendo nei terminal con un sacco a pelo e trovando aiuto e cibo grazie anche ai lavoratori dello scalo. Una storia che ricorda quella di Viktor Navorski il turista interpretato da Tom Hanks nel film del 2004 The Terminal, costretto a vivere all'aeroporto JFK. Le motivazioni tra i due però sono completamente diverse. Se Viktor era deciso ad attendere nello scalo il tempo necessario per andare a New York e realizzare così il sogno di suo padre, a Pechino il 60enne Wei Jianguo ha cercato in aeroporto rifugio dalla famiglia “colpevole” di avergli chiesto di smettere di bere e fumare.

Leggi anche > William e Kate, dopo il tour reale il principe è preoccupato: decisioni in corso

Così nel 2008 Wei ha fatto i bagagli e si è trovato una soluzione alternativa: il Terminal 2, che è «il più caldo», ma spesso passeggia in giro per l’aeroporto. L’uomo ha raccontato a China Daily di aver litigato con la famiglia che gli aveva imposto due alternative: smettere di bere e fumare oppure dare a loro l’indennità mensile che riceve dallo stato, circa 140 euro. Senza quei soldi però non avrebbe potuto comprare sigarette né gli alcolici. 

L'uomo ha raccontato inoltre di aver smesso di cercare lavoro dopo essere stato licenziato da una fabbrica a 40 anni perché «troppo vecchio». Secondo il personale dello scalo Wei è innocuo, non disturba i passeggeri e lascia l'aeroporto con difficoltà, praticamente solo per fare qualche acquisto. E' stato incoraggiato a trovare una sistemazione migliore ma «ogni volta che ne abbiamo parlato era ubriaco e ha perso la pazienza». 

Il residente in aeroporto più famoso del mondo, riporta il Dailymail, è l'iraniano Mehran Karimi Nasseri, che ha ispirato il film The Terminal, Il rifugiato ha vissuto al Terminal 1 del Charles de Gaulle di Parigi per ben 18 anni, dal 1988 al 2006, quando è stato ricoverato in ospedale. L'uomo è stato costretto a stabilirsi nell'aeroporto parigino dopo essere stato respinto dalla Gran Bretagna. Anche l'autorità francese ha rifiutato il suo ingresso, lasciandolo bloccato nel terminal. Bayram Tepeli, dalla Turchia, ha trascorso ben 27 anni all'aeroporto di Ataturk, dove si è trasferito nel 1991 a causa di problemi con la sua famiglia.  


Ultimo aggiornamento: Lunedì 28 Marzo 2022, 22:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA