Cocktail troppo caro, la cliente impazzisce: «Mi costa più che a Parigi, siete delle m...»

Video

Una serata di ordinaria follia, per una donna che era andata a consumare un cocktail in un locale ed è andata su tutte le furie quando le è stato portato il conto. La cliente, tra insulti di vario genere, ha ingaggiato un lungo scontro dialettico con dipendenti e gestori del locale. Che, alla fine, hanno deciso di denunciarla.

Lascia 3mila dollari di mancia alla cameriera, poi ci ripensa e li chiede indietro: e il locale lo porta in tribunale

Cocktail troppo caro, la cliente impazzisce

La scena è avvenuta due sere fa, a Roc de San Cayetano (Tarragona), in Spagna. Il video, girato da un dipendente del locale e poi diventato virale sui social, mostra la folle reazione di una cliente che, dopo aver consumato un gin-tonic, si è vista consegnare un conto da 12 euro. Una cifra piuttosto alta per un cocktail del genere, ma che comunque non giustifica la reazione della donna.

Insulti a raffica

Decisamente alterata, nel video si nota la donna che inizia a prendersela con i camerieri: «Non può essere che questo locale sia più caro di quelli in Francia. A Parigi, per un cocktail, pago nove euro. E qui, in questo posto di m...a, servita da gente di m...a, me ne fate pagare 12». 

«Credo che non stia molto bene», commenta una donna, forse una cameriera del locale, in sottofondo. E a quel punto si scatena una nuova reazione della cliente: «Sempre meglio di lei, che è una ladra e io non lo sono! Rubate i soldi ai clienti per mantenere sudamericani e neri». 
Quando i camerieri provano a spiegare che è previsto un sovrapprezzo per chi siede e viene servito al tavolo, la donna continua con gli insulti e inizia anche a gettare a terra dei bicchieri, rompendone alcuni. E quando i camerieri chiedono di portare rispetto, la donna si infuria ancora di più: «Siete voi a non averne. Schiavi, siete solo schiavi di m...a».

La denuncia

Come riporta 20minutos.es, i gestori del locale hanno deciso di sporgere denuncia nei confronti della donna: il caso è ora gestito dagli inquirenti. È anche per questo motivo che, pubblicando il video in cui è possibile sentire tutti gli insulti irripetibili della donna, i volti dei presenti sono stati censurati.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 6 Ottobre 2022, 20:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA