Cibo alla cannabis alla festa dei bambini, genitori e figli finiscono in ospedale

Cibo alla cannabis alla festa dei bambini, genitori e figli finiscono in ospedale

Doveva essere la classica, tranquilla festa scolastica per bambini, ma si è trasformata in un vero e proprio incubo, con tanto di ricovero d'urgenza in ospedale. Molti, tra bambini e genitori, sono infatti stati vittime di un'intossicazione alimentare, a causa della presenza di cannabis all'interno di alcuni alimenti.

Leggi anche > Coronavirus, insegnante inglese a Wuhan completamente guarito: «Senza medicinali, e ora resto in Cina»​



È accaduto lo scorso fine settimana a Eskasoni, una cittadina nella regione della Nuova Scozia, in Canada. Bambini e genitori si trovavano all'interno di una scuola per una festa organizzata dall'istituto. La notizia è stata confermata dalla polizia del posto, che ha reso noto su Facebook: «Sospettiamo che una torta a base di melassa, servita durante la festa, contenesse THC. Dopo la festa, diversi adulti e bambini hanno accusato dei malori e sono stati portati in ospedali: alcuni di loro sono risultati essere positivi al THC. Le indagini sul caso continuano e invitiamo chiunque si sia sentito male a contattarci, anche nel caso in cui non si fosse reso necessario il ricorso ad un medico».



Un portale locale, CBC.ca, ha anche raccolto alcune testimonianze di chi ha partecipato a quella festa. In molti raccontano di aver accusato giramenti di testa, spossatezza, fastidio agli occhi e sudore. Augustine Kate, mamma di una bambina di otto anni, ha denunciato: «Sono furiosa e ferita perché mia figlia si è sentita male. L'unica cosa che mi consola è che non è stata colta da attacchi di panico, ma tutto questo è terrificante, ho pianto tantissimo. Quando è tornata a casa, dopo la festa, mia figlia mi aveva detto di essere stanca e aveva gli occhi rossi, il giorno dopo si è svegliata ancora disturbata da quel malessere».

Anche la scuola di Eskasoni ha voluto avviare un'indagine sul caso. «Siamo giunti a conoscenza del fatto che della marijuana commestibile sia stata inavvertitamente aggiunta ad una torta servita alla nostra festa di metà inverno. Se avete mangiato del cibo, contattate un medico. Se ne avete ancora in casa, buttatelo. Siamo a disposizione per assistere chiunque sia stato coinvolto in questo spiacevole fatto», si legge in un post su Facebook.


Ultimo aggiornamento: Martedì 4 Febbraio 2020, 19:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA