Chirurgo amputa la gamba sbagliata di una donna. La figlia: «Mi ha detto che era andato tutto bene»

di Simone Pierini
Una donna di 67 anni ha subito l'amputazione della gamba sbagliata. Entrata in sala operatoria lunedì sera in seguito all'aggravarsi del diabete, la signora Magdalena sapeva che avrebbe perso la gamba destra dove le era già stato amputato un dito. Al risveglio dopo l'intervento, la mattina successiva, la figlia ha alzato la coperta e ha visto l'errore. Il chirurgo aveva tagliato la gamba sinistra.

È successo in un centro medico Nuovo Sanatorio Berazategui, nel sud di Buenos Aires in Argentina. Dopo la scoperta la donna è stata trasferita in una clinica di Quilmes. La procura ha aperto un'indagine per «lesioni colpose». Le autorità della clinica non hanno ancora rilasciato dichiarazioni in riferimento al caso.

La figlia Mayra si è scagliata furiosa contro il chirurgo, lo stesso che aveva provveduto al primo intervento. «Il chirurgo mi ha detto che era andato tutto bene. Ma la gamba da amputare era la destra come scritto nella cartella clinica, non so cosa sia successo. Quando siamo entrati nella stanza ci siamo immediatamente resi conto dell'errore», ha detto la donna al Clarin

«Quando ho sollevato le lenzuola ho visto che era stata amputata la gamba sinistra», ha aggiunto Mayra che dopo aver notato l'incredibile errore è corsa in sala operatoria. «Lì ho trovato il chirurgo, ero molto nervoso. Il dottore si chiama Cardozo (Gonzalo). Non aveva parole, non sapeva cosa dirmi. È lo stesso medico che aveva amputato il dito della gamba sinistra. Il piede era bendato, dovevano toglierla e procedere su quella stessa gamba», le sue parole.
Mercoledì 24 Luglio 2019, 18:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA