Chef cade nel pentolone di brodo che sta cucinando: morto a 25 anni, lascia tre figli

Chef cade nel pentolone di brodo che sta cucinando: morto a 25 anni, lascia tre figli

È caduto nel pentolone dove stava cucinando il brodo di pollo. È morto così Issa Ismail, 25 anni, cuoco per cerimonie, mentre aiutava a preparare il banchetto di nozze per un ricevimento alla Hazel wedding hall a Zakho, Kurdistan iracheno, lo scorso 15 giugno.

 

La notizia riportata da Gulf News ha fatto il giro del mondo. Ismail è stato trasportato all’ospedale di Dohuk ma le ustioni sul suo corpo erano troppo gravi e diffuse: è morto il 21 giugno.  Il 70% del corpo del cuoco era coperto da ustioni di terzo grado, per cui impossibile da recuperare.

Zervan Hosni, un parente, ha dichiarato al Middle East In-24: «Cucinava per grandi eventi. Lascia due figlie e un maschietto di appena 6 mesi».

 

Ismail era papà di tre figli e da otto anni faceva il cuoco soprattutto ai banchetti per le cerimonie. La sua paga giornaliera era di 25.000 dinars al giorno (14 euro) e i familiari – riporta l’Independent – stanno ora cercando di far capire, attraverso i media, quanto sia importante la tutela della sicurezza sul lavoro nelle immense cucine dove si preparano pasti per molte persone. 


Ultimo aggiornamento: Martedì 6 Luglio 2021, 17:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA