Il padre lo caccia di casa dopo averlo sorpreso a fare uso di cannabis, 19enne muore assiderato

Il padre lo caccia di casa dopo averlo sorpreso a fare uso di cannabis, 19enne muore assiderato

Muore congelato dopo essere stato cacciato di casa dal padre per aver fumato uno spinello. Lyndon Turner, 19 anni, è stato trovato senza vita in stato di ipotermia nel villaggio di Chobham, nel Surrey. Il giovane aveva provato a cercare un rifugio per la notte nel parcheggio dopo essere stato cacciato di casa da suo padre che lo aveva sorpreso a fare uso di cannabis.

 

Leggi anche > Ragazzo di 16 anni riceve un video: «Così ho scoperto mio padre che faceva sesso con un uomo»

 

I genitori volevano dargli una lezione, ma tutto si è concluso in tragedia. I fatti risalgono al dicembre del 2020 ma solo ora sembrano essere state accertate le cause del decesso. Il ragazzo, che lavorava come apprendista in una ditta di installazione di infissi, aveva camminato per diversi chilometri dopo essere stato cacciato di casa. Turner era stato coinvolto in un incidente stradale e il padre ha pensato fosse stato causato dall'uso che faceva l'adolescente della cannabis, così ha deciso di allontanarlo da casa sua, come riporta anche il Daily Mail.

 

Il corpo dell'ex allievo della Charters School è stato scoperto dagli escursionisti nel parco, che hanno chiamato il 999 dopo aver trovato Turner. I paramedici hanno fatto il possibile ma lo stato di ipotermia ha ucciso il giovane di 19 anni. Il padre, interrogato dalla polizia, ha ammesso di averlo cacciato di casa per punirlo ma ha detto che era convinto avesse un amico da cui andare per passare la notte.


Ultimo aggiornamento: Sabato 1 Maggio 2021, 20:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA