Per i medici «solo un raffreddore», ma aveva il cancro: l'incubo di una ragazza di 27 anni
di Domenico Zurlo

Per i medici «solo un raffreddore», ma aveva il cancro: l'incubo di una ragazza di 27 anni

Meagan Bechtold ha 27 anni e la sua drammatica storia ha sconvolto gli Stati Uniti: ne parlano oggi i media americani e il tabloid britannico Daily Mail, che raccontano come la ragazza, che soffriva di una strana tosse, sia stata mandata a casa tre volte dai medici senza analisi approfondite, con la diagnosi di bronchite.

Cancro al seno, scoperti i geni che «prevedono» il rischio di metastasi



Cancro al colon retto, troppo tempo davanti alla TV fa aumentare il rischio nei giovani

Nella primavera del 2018, poco più di un anno fa, Meagan si sottopose ad alcune visite specialistiche che non portarono a nulla di fatto: ma le sue condizioni continuavano a peggiorare. Così in estate decise di insistere per avere esami più accurati, ed ebbe ragione: la Tac evidenziò un tumore nel diaframma di ben 13 centimetri. Lì è iniziata la chemioterapia e la sua battaglia contro il cancro.



«La prima volta mi dissero che era un raffreddore, la seconda che poteva essere allergia, la terza parlarono di bronchite - ha raccontato al Daily Mail - Mi diedero degli antibiotici ma stavo sempre peggio». La diagnosi definitiva parla di linfoma di Hodgkin: «Per fortuna mi hanno spiegato che è una delle patologie più facilmente curabili - aggiunge la giovane - ma è stato comunque un inferno. Non riuscivo a respirare bene, dovevo passare le giornate attaccata all’ossigeno, sono dimagrita tantissimo, ho perso i capelli e ho dovuto tagliarli a zero». La giovane non è ancora guarita, ma la sua lotta contro la malattia continua, col sostegno della sua famiglia e con il sorriso sulle labbra.


Martedì 19 Marzo 2019, 20:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA