Canada, trovati i resti di 215 bambini vicino a una scuola cattolica

Orrore vicino a una scuola cattolica, trovati i resti di 215 bambini: «Sui corpi abusi sessuali»

Orrore in Canada, dove vicino a una scuola sono stati trovati i resti sepolti di 215 bambini, alcuni di soli tre anni come spiega la Cnn. Si tratta di membri della comunità di nativi americani, mentre la scuola in questione è la Kamloops Indian Residential School. L'istituto, uno dei più grandi del Canada e attivo fino alla fine degli anni Settanta, faceva parte di una rete di scuole fondate dal governo canadese e amministrate dalle Chiese cattoliche il cui scopo era assimilare alla cultura cristiana i figli degli indigeni.

Wiliam Shakespeare morto, ma non è lo scrittore: la gaffe della giornalista

Ma non solo: i bambini erano spesso oggetto di abusi sessuali e fisici, e molti di loro - come testimonia questo ritrovamento, di cui dà notizia oggi la Cnn - pagarono con la vita la loro unica «colpa» di essere diversi. Si tratta di una conferma di quello che aveva da tempo denunciato la comunità di Tk'emlúps te Secwépemc, che vive nella Columbia Britannica dove si trovava la scuola. «Con l'aiuto di uno specialista di radar è emersa la cruda verità: la conferma dei resti di 215 bambini che erano studenti della scuola residenziale indiana di Kamloops», ha affermato il capo della comunità Tk'emlups te Secwépemc, Rosanne Casimir. «Per quanto ne sappiamo, questi bambini scomparsi sono morti senza documenti», ha affermato.

Harvey McLeod, che ha frequentato la scuola per due anni alla fine degli anni '60, in un'intervista telefonica alla Cnn ha detto che «è stato molto doloroso avere la conferma di quello che temevano fosse accaduto». E ricordando quando era un bambino, dice che «a volte le persone non tornavano, eravamo felici per loro, pensavamo che scappassero. Poi si è iniziato a dire che potevano essere morti». Il primo ministro canadese Justin Trudeau ha scritto su Twitter che «la notizia che i resti sono stati trovati nell'ex scuola residenziale di Kamloops mi spezza il cuore, è un doloroso ricordo di quel capitolo oscuro e vergognoso della storia del nostro paese. Penso a tutti coloro che sono stati colpiti da questa angosciante notizia. Siamo qui per voi».


Ultimo aggiornamento: Sabato 29 Maggio 2021, 13:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA