Caldo record, Londra brucia. Il sindaco sugli incendi: «Per vigili del fuoco giorno peggiore dalla seconda guerra mondiale»

L'allarme lanciato dal primo cittadino della capitale inglese: "41 proprietà andate in fumo e 16 vigili del fuoco feriti"

Caldo record, Londra brucia. Il sindaco sugli incendi: «Per vigili del fuoco giorno peggiore dalla seconda guerra mondiale»

L'Europa è nella morsa del caldo torrido. E anche a latitudini dove le temperature non hanno mai raggiunto livelli così alti è scattato l'allarme. A Londra, ad esempio, è stata indetta l'allerta del «major incident», l’emergenza grave, per una serie di incendi che sono divampati per le temperature record oltre i 40 gradi. E il sindaco di Londra, Sadiq Khan, ha lanciato l'allarme in televisione. 

Leggi anche > Caldo record in Italia (e in Europa), picchi oltre i 40°: oggi e domani bollino rosso in nove città

Più di 350 vigili del fuoco stanno affrontando le fiamme in almeno quattro punti della città: si sono scatenate soprattutto fra prati e sterpaglie seccati dal caldo. Il maggiore è in corso a Wennington, alla periferia est di Londra, e sono state coinvolte alcune abitazioni. Il sindaco Sadiq Khan ha affermato che la London Fire Brigade è sotto una «immensa pressione» per intervenire in diverse parti della città. 

L'allarme del sindaco

Sono una quarantina le case distrutte dagli incendi a Londra nella giornata più calda mai registrata nella Gran Bretagna. A riferirlo alla Bbc è il sindaco di Londra, Sadiq Khan, parlando di 41 proprietà, tra case e magazzini, distrutti dalle fiamme. Sono invece sedici i vigili del fuoco che sono rimasti feriti mentre affrontavano gli incendi, con due portati in ospedale a causa dello stress da caldo. Khan ha affermato poi che «È stato il giorno più impegnativo per i vigili del fuoco a Londra dalla seconda guerra mondiale». Il sindaco londinese ha spiegato che «i vigili del fuoco ricevono, grosso modo, 350 chiamate in una giornata intensa. Ieri hanno ricevuto più di 2.600 chiamate».

Leggi anche > Gran Bretagna bollente, non solo gli uomini lottano contro il caldo: sui social spopolano i gatti nel frigorifero

In tilt anche il traffico ferroviario

Continuano le interruzioni ferroviarie nel Regno Unito a causa degli incendi divampati nelle ultime 24 ore. Secondo quanto riportato dal The Independent, la linea principale della costa orientale, che collega la stazione di King’s Cross a Londra con lo Yorkshire e la Scozia, questa mattina era ancora chiusa a sud di Peterborough. La testata aggiunge che, secondo la Network Rail, «Ci sono numerose segnalazioni di danni ai binari, alle apparecchiature di segnalazione e alle linee aeree attraverso le reti ferroviarie del Regno Unito».  


Ultimo aggiornamento: Giovedì 21 Luglio 2022, 16:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA