Bimbo di 5 anni trovato morto nel fiume: «La porta di casa sul retro era aperta»

Galles, bimbo di 5 anni trovato morto nel fiume: «La porta di casa sul retro era aperta»

È giallo sul corpo di un bambino di cinque anni ritrovato nel fiume Ogmore a Bridgend, nel Galles. Decine di agenti della polizia hanno perlustrato tutto il territorio circostante per raccogliere elementi utili a ricostruire il caso.

 

Leggi anche - Incendi Abruzzo, paura a Pescara: fuoco a ridosso delle case, alcuni ustionati. Bagnanti in fuga

 

Dopo il ritrovamento, avvenuto alle 5.45 di ieri 31 luglio, il bambino è stato portato al Princess of Wales Hospital, dove è deceduto a poche ore di distanza, durante la notte. Sono in corso le indagini della polizia che sta interrogando chiunque possa avere informazioni in merito.

 

Leggi anche - Malessere e febbre alta: Marica Ciavattini muore in 5 giorni per un batterio killer, non era covid

 

I residenti nelle case a schiera circostanti hanno raccontato di essere stati svegliati intorno alle 5:30 dalla madre del bambino che urlava: «La porta sul retro era aperta».

Un vicino ha detto al Mail: «Ho sentito una rissa. Penso che la madre fosse al telefono con la polizia». Altri ancora hanno dichiarato che «La polizia è andata porta a porta, ha fatto domande e ha cercato nel parco tutto il giorno».

 

Ampie parti di Pandy Park a Sarn sono state bloccate ai resindenti mentre le squadre di Polizia scientifica piombavano nell'area. 

L'ispettore capo Geraint White ha dichiarato: «Le nostre condoglianze vanno alla famiglia del bimbo e i nostri pensieri sono con loro. La squadra della polizia di quartiere continuerà a sostenere e a parlare con i residenti della zona e incoraggio le persone a parlare con loro in caso di dubbi. Stiamo mantenendo una pista aperta e stiamo lavorando duramente per stabilire le circostanze complete della sua morte in modo da poter fornire risposte alla sua famiglia».

 

E continuando, esorta tutti a «Non speculare su questo incidente sui social media in quanto si tratta di un'indagine attiva. Stiamo facendo appello a chiunque abbia assistito a questo incidente, o che abbia informazioni, di mettersi in contatto».


Ultimo aggiornamento: Domenica 1 Agosto 2021, 18:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA