Charlie, 5 anni, muore di cancro tra le braccia della mamma: «Scusami se ti ho fatto soffrire»
di Alessia Strinati

Charlie, 5 anni, muore di cancro tra le braccia della mamma: «Scusami se ti ho fatto soffrire»

  • 5,1 mila
    share
Muore a 5 anni di cancro, ma prima di lasciare la famiglia ha chiesto scusa a sua mamma per quello che è successo. Il piccolo Charlie Proctor ha scoperto di avere una rara forma di cancro al fegato lo scorso mese, una forma molto aggressiva della malattia, tanto che i medici gli avevano dato solo pochi giorni di vita. La sua famiglia non si è arresa e hanno cercato di trovare dei soldi per poter andare negli Stati Uniti dal Lanashire per un trapianto di fegato che avrebbe potuto salvarlo.

Marchesa 18enne morta di overdose, la verità choc: «Lavorava come prostituta e temeva la sua famiglia»



In meno di un mese hanno raccolto solo metà della cifra necessaria e per Charlie non c'è stato nulla da fare. Sulla pagina Facebook Charlie's Chapter la mamma ha pubblicato regolarmente tutti gli aggiornamenti sulla condizione del figlio raccontando anche il drammatico momento in cui è volato in cielo. La donna ha detto che il bimbo è morto tra le sue braccia e poco prima di lasciarsi andare le ha chiesto scusa per tutta la sofferenza che gli aveva provocato nelle ultime settimane.

Un messaggio struggente che ha commosso tutte le persone che in questi giorni avevano fatto di tutto per dare una speranza a lui e a tutta la sua famiglia. La donna lo ha ricordato su Facebook come un bambino dolce e coraggioso, aggiungendo che essere stata sua madre è stata per lei la gioia più grande. Alla causa del piccolo Charlie si erano interessate anche star internazionali, come Pink, ma le sue condizioni gravissime non hanno consentito ai medici di salvargli la vita.
Lunedì 12 Novembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 18:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2018-11-13 10:58:41
Vola piccolo angelo .vola libero dal dolore .. e prenditi cura di chi ti ama .. Sono schifata un vita per un pugno di soldi .. vergogna ..
2018-11-13 09:08:14
E'spaventoso che il bambino non sia sia potuto salvare solo perchè non è stato raccolto il denaro sufficiente per l'intervento. R.I.P. piccolino.
2018-11-12 23:10:11
Quindi i soldi hanno fatto la differenza?Non si poteva salvare questo bambino? Niente soldi niente vita,complimenti UMANI.Riposa in pace piccolo angelo.
DALLA HOME