Bimba di 11 anni muore in attesa di un trapianto: «Ha aspettato un cuore che la salvasse per 10 mesi»
di Alessia Strinati

Bimba di 11 anni muore in attesa di un trapianto: «Ha aspettato un cuore che la salvasse per 10 mesi»

Da 9 mesi aspettava un cuore che le potesse permettere di sopravvivere. Il cuore però non è arrivato e Aimee Brady, di Magherafelt, nel Regno Unito, si è spenta a soli 11 anni. La bambina è morta nell'ospedale pediatrico di Belfast, circondata dalle persone che l'amavano e che l'hanno supportata nella sua malattia.

Leggi anche > Filippo come Alex, rischia la vita a 5 mesi. L'appello dei genitori: «L'unica speranza è un trapianto di midollo»



Aimee era in lista d'attesa per il trapianto di cuore da 10 mesi. Per tutto questo tempo è stata ricoverata in terapia intensiva, monitorata 24 ore su 24, eppure non si è riuscito a trovare un cuore che potesse andare bene per lei e la potesse tenere in vita. Alla bimba era stata diagnosticata una grave malformazione sin da quando era nella pancia della mamma. La piccola aveva già subito per tre volte un intervento chirurgico a cuore aperto, il primo a soli 6 giorni di vita, dopo essere nata con il ventricolo sinistro a doppia entrata difettoso con atresia polmonare.

A giugno di quest'anno però le sue condizioni si sono aggravate e il trapianto è diventato indispensabile. Aimee sapeva che per sopravvivere qualcuno sarebbe dovuto morire ed era qualcosa di difficile da accettare. La piccola aveva prestato il volto a una campagna per la donazione di organi e si è sempre esposta dimostrando un grande coraggio nonostante la sua giovanissima età. Purtroppo però la vita con lei è stata inclemente e alla fine ha perso la sua battaglia. 
Sabato 12 Ottobre 2019, 11:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA