Bambino di tre anni si spara in testa in un appartamento pieno di gente: morto sotto agli occhi della mamma
di Silvia Natella

Bambino di tre anni si spara in testa in un appartamento pieno di gente: morto sotto agli occhi della mamma

Tragedia nella Carolina del Sud, dove un bambino di tre anni - Liam Myers - si è sparato accidentalmente con una pistola semiautomatica davanti alla giovane mamma e a molti altri adulti in un appartamento. Non è chiaro come l'arma sia finita nelle sue mani, ma il piccolo è morto poco dopo in ospedale dopo una corsa disperata.  
È accaduto giovedì scorso nel complesso di Wyndham Pointe a Columbia.

Leggi anche > Cerciello Rega, la vedova: «A Roma Mario è morto facendo il suo dovere, non perderò un'udienza» 

Secondo quanto riporta il Mirror, la mamma e gli adulti presenti hanno sentito uno sparo proveniente dalla stanza accanto e hanno chiamato i soccorsi. La pistola è stata ritrovata dalla polizia vicino al materasso, mentre sembra che la casa non fosse quella in cui viveva. Sui social il cordoglio dei familiari. «Riposa in paradiso, giovane re, ti amo bambino», ha scritto la zia. 


Il padre del bambino, Devin Myers, ha rivelato di aver parlato con suo figlio al telefono un'ora prima e che il piccolo gli ha chiesto di andare da lui. L'anno scorso l'uomo è apparso in un video su Facebook diventato virale spiegando di essere stato trattenuto dalla polizia perché una donna bianca lo aveva denunciato per averla "guardata in modo ambiguo". Ne è scaturita un'indagine che ha portato alle dimissioni di uno degli agenti coinvolti con l'accusa di aver negato all'uomo i diritti civili. Al momento nessuno è indagato per la morte di Liam. 
 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 24 Luglio 2020, 11:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA