Bimbo di 4 anni sottoposto ad una vasectomia per errore: «Il medico ha tagliato la parte sbagliata»

Il legale della famiglia ha chiesto un risarcimento

Bimbo di 4 anni sottoposto ad una vasectomia per errore: «Il medico ha tagliato la parte sbagliata»

di Alessia Strinati

Sottoposto a una vasectomia per errore. Un bambino di 4 anni è stato operato a Houston, in Texas, per una vasectomia non autorizzata però dai genitori. Secondo l'avvocato della famiglia il medico si sarebbe sbagliato durante l'intervento e per questo la mamma e il papà del paziente lo hanno portato in giudizio.

Leggi anche > Ragazzo di 12 anni in coma, il giudice: «Staccate la spina». La madre si oppone: «Mio figlio mi ha stretto la mano»

Il piccolo doveva essere operato all'inguine ma il chirurgo avrebbe reciso una parte sbagliata. L'avvocato ha spiegato a un' emittente locale: «Il chirurgo, crediamo, ha tagliato accidentalmente il dotto deferente, uno dei tubi che contiene lo sperma riproduttivo.

Potrebbe influenzare questo giovane per il resto della sua vita». Un danno permanente, quindi, per cui la famiglia ha chiesto un risarcimento.

La vasectomia è in intervento che comporta la sterilità nel soggetto in cui viene praticata. Il chirurgo che l'ha effettuata non ha mai avuto segnalazioni per negligenza o errori, ma pare che nel corso dell'intervento di fatto abbia commesso un clamoroso sbaglio: «Prima che un medico segua o recida qualsiasi parte anatomica, dovrebbe identificare qual è quell'anatomia e quindi recidere. Qui, il medico non è riuscito a identificare con precisione l'anatomia che doveva essere tagliata. Sfortunatamente, sono stati recisi i vasi deferenti», ha continuato il legale. Ora si sta valutando se si possa fare un intervento di riparazione ma ovviamente richiederebbe un altro intervento.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 15 Giugno 2022, 14:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA