Bambina lasciata morire di fame nella culla e mangiata dai topi, l'addio commovente con le farfalle
di Silvia Natella

Bambina lasciata morire di fame nella culla e mangiata dai topi, l'addio commovente con le farfalle

La storia di Willow Dunn ha commosso l'Australia. La bambina con la sindrome di Down è stata trovata morta nella sua culla a Brisbane il mese scorso per malnutrizione. Il padre e la matrigna sono accusati di averla lasciata morire di fame. In suo ricordo alcune persone della comunità hanno allestito un memoriale e liberato quattro farfalle. L'addio commovente ha fatto il giro del web.

Leggi anche > "Dita dei piedi da Covid": le lesioni che compaiono anche nei negativi a test e tamponi

L'evento è stato organizzato dal gruppo T21 della città, una rete di supporto per i genitori di bambini con sindrome di Down, nota anche come Trisomia 21. Gli organizzatori hanno rilasciato quattro farfalle e fatto scoppiare bollec ome gesto simbolico per onorare la sua vita. 



Il padre della bambina Mark James Dunn, 43 anni, e la matrigna Shannon Leigh White, 43 anni, devono rispondere dell’accusa di omicidio. Le forze dell’ordine che hanno fatto irruzione all’interno della proprietà hanno raccontato che il corpo della piccola, rinvenuto dentro un lettino, era in avanzato stato di decomposizione ed era stato parzialmente mangiato dai topi.
Il padre ha affermato di aver trovato sua figlia a faccia in giù nel suo lettino. Dall'esame post mortem sembra che Willow fosse affetta da una «grave malnutrizione e da altri problemi di salute che lasciano presupporre maltrattamenti prolungati».

Willow è cresciuta senza la madre biologica, che è morta di parto, e viveva con il padre 43enne, oltre alla matrigna e alla sorellastra. I vicini di casa hanno affermato di non aver mai visto Willow, nonostante la famiglia vivesse nella proprietà da circa un anno. «Ora sarà con la sua mamma», ha detto al Daily Mail un membro dell'associazione. 

 
Ultimo aggiornamento: Domenica 5 Luglio 2020, 09:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA